Questo sito contribuisce alla audience di

A San Valentino “un amore è un’amore”. La campagna di Real Time per i diritti LGBT. VIDEO

da Fou Savant 2.328 visite0

Molti si son stupiti nel vedere uno scivolone del genere in occasione della giornata degli innamorati. Alcuni han chiesto direttamente all’azienda se per caso non volessero ritirare la campagna in quattro e quattr’otto anche se ormai era su ogni giornale della penisola. Perché va bene tutto ma leggere “un’amore” è stato troppo per tutti quegli italiani che già soffrono per i congiuntivi presi a ceffoni dai politici.

Ma alla fine Real Time, autrice di quello che fino a poche ore fa era già l’errore di marketing e comunicazione dell’anno, ha chiarito tutti i dubbi: l’errore è voluto ed è servito a riaccendere il discorso sull’amore egualitario. La battaglia per i diritti delle persone omosessuali è stata sempre sostenuta dal canale televisivo che negli anni ci ha regalato Di fatto famiglie (programma sulle famiglie omogenitoriali in Italia) e programmazioni ad hoc nei giorni sacri per la comunità LGBT come la giornata mondiale per l’omofobia e il pride.

E il messaggio di questa campagna vuole essere che quando si parli di amore, non ci sia mai errore, nemmeno grammaticale. Per questo hanno lanciato una petizione per chiedere all’Accademia della Crusca di riconoscere amore come una parola sia di genere maschile che femminile, così anche un-apostrofo-amore sarà corretto.

Il video poi è la prova che non si tratta di un tentativo di rimediare a un errore madornale ma una campagna che è divenuta virale in meno di ventiquattr’ore e che sempre in meno di ventiquattro ore è riuscita a far parlare tanto di Real Time quanto dei diritti LGBT. Con buona pace della lingua italiana che per una volta dovrà accettare un piccolo sfregio tra mille altri, ma almeno questa volta sarà per una buona causa.

Share Button

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata

Puoi usare i tag HTML