Questo sito contribuisce alla audience di
NewsSocietà e politica

Allarme omofobia Napoli: aggredito Simone Manfrellotti militante Arcigay

Dopo le notizie diffuse ieri riguardo ad un allarme “sicurezza” nel napoletano per la comunità lgbt dopo alcuni fatti di cronaca, un altro attacco ad un giovane omosessuale desta preoccupazione.

Omofobia e sparizioni a Napoli: le associazioni LGBT sono in allarme.

Un giovane militante di Arcigay Napoli, Simone Manfrellotti, è stato seguito fuori dal lavoro da due uomini adulti vestiti di nero, nei pressi di Porta Nolana, che hanno tentato di trascinarlo via.

“Avevo terminato di lavorare – racconta Simone ad Arcigay Napoli – e stavo percorrendo una via abbastanza isolata per raggiungere Porta Nolana quando ho avuto la netta percezione di essere seguito da qualcuno. Allora mi sono spaventato e ho alzato il passo ma ho sentito due uomini parlare alle mie spalle e uno diceva all’altro: Chist ne è nat (questo ne è un altro) . In men che non si dica, uno dei due me lo sono ritrovato di faccia, con il cappellino nero che gli copriva il viso, e mi ha iniziato a strattonare stringendomi i polsi con forza per tirarmi verso di loro. Non hanno provato a rapinarmi, volevano portarmi via. Non so dove, ma in quella via ci sono tante stradine strette e isolate in cui è facile far sparire persone. Io mi sono divincolato e, nonostante abbia preso un pugno, sono riuscito a fuggire. Poi una signora mi ha aiutato a calmarmi e a chiamare la polizia”

L’allarme è davvero molto serio – dichiara Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoli in giornata, coadiuvati dall’avvocato Salvatore Simioli, ci recheremo alla digos per denunciare l’accaduto”

 
 

Share Button
Tags

1 commento per “Allarme omofobia Napoli: aggredito Simone Manfrellotti militante Arcigay”

  1. Due persone uccise, due scomparse e una aggredita?? Cosa ci vuole ancora per organizzare una manifestazione? denunciare a voce alta una situazione cosi’ grave di omofobia??? A me sembra assurdo che non senta niente in tv, che paese di merda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Close

Abbiamo notato che usi un AdBlock

Lo sappiamo che può dar fastidio, ma la pubblicità ci permette di continuare il nostro lavoro. Per favore, disabilita il tuo ad blocker!