Questo sito contribuisce alla audience di

Anne Hathaway: “Ho dei pregiudizi verso le registe donne”!

da Fou Savant 3.829 visite1

Gli stereotipi negativi sono difficili da eliminare. Anche da chi non ve lo aspettereste mai, la paura “dell’altro”, tanto perpetrata dalla società, si insidia a livello inconscio e non lascia la presa. La forma peggiore di discriminazione è quella interiorizzata: tu fai parte della stessa minoranza che la società vessa, e non riesci a vedere a condannare questa discriminazione. Conosciamo molto l’omofobia interiorizzata e sappiamo che la comunità LGBT non abbia un problema con essa. Come siamo state tutte testimoni (o portatrici sane) di stereotipi su altre donne: avrà avuto quel posto perché ha fatto un favoretto a qualcuno e comunque non è sicuramente capace, non ne è all’altezza. Sono tutti pensieri che derivano dal clima discriminatorio in cui cresciamo e sbarazzarsene può essere molto, molto difficile.

Il primo passo, come per tutto, è ammettere che la nostra società ha un problema con i pregiudizi interiorizzati. Omofobia, razzismo, sessismo. Siamo gay ma odiamo quelli “troppo gay” o i bisessuali. Siamo a favore dell’integrazione ma se passi davanti a un gruppo di uomini di colore, ti stringi la borsa al petto. Siamo donne, ma non ci fidiamo delle altre donne per le decisioni importanti.

Per questo l’intervista che l’attrice Anne Hathaway ha rilasciato all’ABC News ha un valore molto importante. Perché ha avuto il coraggio di ammettere che soffre di misoginia interiorizzata quando deve lavorare con registe donne. In particolare racconta come sul set One Day della regista Lone Scherfig, Anne non si fidasse di lei come invece avrebbe dovuto, per il solo fatto che fosse donna. 

“Quando ricevo un copione e noto che il film è diretto da una donna, mi concentro subito a notare tutto ciò che non vada in quello che leggo. Quando invece noto che è diretto da un uomo, sono subito portata a valorizzarne i punti di forza. Se è un uomo penso subito a cosa potrebbe fare dopo, mentre con lei penso subito in cosa abbiano fallito”.

La Hathaway ha senza volere messo in atto tutta la sua misoginia interiorizzata ed ha imparato molto da questa esperienza. Ora che se ne è resa conto, la chiamerà per scusarsi e cercherà di far meglio. Per un’attrice così famosa e apprezzata non deve essere stato facile ammettere di avere un pregiudizio nei confronti del suo stesso sesso. 

Share Button

Commenti (1)

  1. dobbiamo essere severe con entrambi i sessi o indulgenti con entrambi

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata

Puoi usare i tag HTML