Questo sito contribuisce alla audience di

Camera Single – Puntata #0

da Chiara Sfregola 596 visite26

camera-single-post

[dropcap]S[/dropcap]ettembre è il lunedì dell’anno, e su questo non ci piove. Gli addetti marketing chiamano questo periodo “Back to school” anche se lavorano in una ditta di mobili componibili a basso costo (vi siete mai chiesti perché il catalogo Ighèa arriva proprio in questi giorni?). Il periodo buono per rifarsi il corredino di scuola ma anche la tariffa telefonica, il guardaroba, l’abbonamento alla palestra, che con l’estate si è incasinato tutto e vi si è pure rilassato l’addominale. Troppa sabbia, troppi gelati, troppo tutto. Ma sì, hanno ragione ‘sti cervelloni del marketing: rifacciamo tutto daccapo, dimentichiamoci che appena otto mesi fa abbiamo inaugurato l’anno nuovo farciti di buoni propositi finiti mese dopo mese nel cesso con una musichetta deliziosa. Abbiamo ancora abbastanza alcool in corpo dall’ultima festa per dimenticare questo piccolo dettaglio.

Dei miei 10 propositi per il 2014, dopotutto, non ne ho portato a termine nemmeno uno. Stendiamo veli pietosi sull’attività sportiva che si sa quella è come la dieta. Inizia di lunedì, ma del duemilacredici. Aggiungiamoci un prodigioso no comment sul management della gelosia. E passiamo ai propositi che potevano essere realizzabili e invece ciao cuore.

– Anziché andare a prendermi una sbronza con Fonzie, sono andata a prendermi (più di) una sbronza a causa di Fonzie. E quindi, ciao “Due camere e cucina”, welcome graziosa camera singola in stabile recentemente ristrutturato chiamare ore pasti.

– Ho fatto. casini. con Whatsapp. (Ma anche con iMessage, Messenger, e Brenda.) (L’ordine dei fattori è puramente casuale) E quindi lo vedete anche voi: disastro su tutta la linea.

Settembre è l’ultima chance per ricominciare a fare la persona seria. Anche se i mesi a disposizione sono solo quattro prima che finisca l’anno. Come se non bastasse compio 27 anni, l’età in cui numerose rockstar sono morte, lasciando in eredità al mondo album memorabili, mentre io sono ancora qui che nel cassetto non ho nemmeno non dico un romanzo, ma una raccolta di racconti buoni per diventare il manifesto della generazione Millennial. Ma che dico, voliamo ancora più basso. Non sono manco abbastanza per regalarsi un’autopubblicazione su ilmiolibro.it.

Pochi propositi allora: puntiamo tutto  sulla qualità eliminando distrazioni, megalomania, peli superflui.

Una casa nuova.

Una rubrica nuova.

La fidanzata, nuova pure quella.

Il primo obiettivo è stato già raggiunto. Più per forza di cose che per forza di volontà. Diciamo pure per volontà di qualcun altro. Ma di questo riparleremo nelle prossime puntate.

Il secondo obiettivo invece da oggi diventa realtà. Ho aspettato qualche mese per decidermi, lo ammetto. Ho invocato muse, dee greche e dormito molte notti nella maglietta di LezPop per capire che fare. E l’illuminazione finalmente è arrivata: una rubrica meno autoreferenziale e più ricca. Meno buona e più bòne. Che sta a The L word come Girls sta a Sex & The city. Insomma: una serie seria. Non più la storia di due donne, ma le storie di tante donne. Quasi tutte, come si dice affettuosamente a Roma, Lelle. Amiche etero non preoccupatevi, ci sarà posto anche per voi tra queste righe bisettimanali. Dopotutto, test clinici dimostrano che siete il sogno proibito di metà della popolazione lesbica. Io, purtroppo, appartengo all’altra metà. E anche di questo riparleremo prossimamente.

Il terzo obiettivo per il momento è solo un’idea (o solo un’amica: si sa come siamo noi tutte ex delle amiche o amiche delle ex.  Bè magari non proprio di tutte le ex). Ma mi sembra un’idea buona, teniamocela almeno fino alla fine della prima stagione, no?

Share Button

Commenti (26)

  1. Bentornata Chiara,
    Ho cominciato a leggere lezpop per la tua rubrica, e son felice che tu sia tornata. Forse meno per le vicende poco liete che hanno giustificato la tua assenza, ma sei giovane e qualche pena d’amore è fisiologica, o forse è fisiologica per le persone brillanti. Per quelle giovani e brillanti tocca un pellegrinaggio sotto casa della carrà per salvarsi da questo tristo destino. Buona fortuna e fatti leggere.

  2. Mi piace il modo in cui scrivi. E anche il modo in cui dilati il pensiero nelle parentesi (mi ricorda quelle di Bassani). Al trentunesimo post posso permettermelo. Au revoir

  3. Mi è venuto in mente che è proprio vero che ogni giorno è un nuovo coming out…credo tu possa sentirti così adesso. Un abbraccio e ben tornata :)

  4. Bella Chiara!Sempre fantastico leggerti e sapere che ci sei… Appunto settembre:basta con tutta questa negatività! Cos’è sta roba del”…Come se non bastasse compio 27 anni, l’età in cui numerose rockstar sono morte,…, mentre io sono ancora qui …” Consiglio: ogni volta che ti senti così pensa a MICK JAGGER.E’ vecchio ha fatto tutto, avuto tutto, provato tutto e ancora è qui che spacca alla grande cazzo!!!!Questo si che è di stimolo ad andare avanti e a ricominciare, a non mollare, a vivere…io la vedo così poi…Cmq sei una grande(e hai solo 27 anni )

    1. o sofia loren

      1. o Angela Favolosa Cubista

  5. da poco compiuti i 27 e con un lavoro nel marketing, in assenza di cervello…forza! Saturn Return 3 la vendetta!!!

  6. E’ bello poter “tornare a scuola” accompagnata dal ritorno della tua rubrica (di cui sentivo tantissimo la mancanza), ma non posso nascondere una certa amarezza nel constatare il cambio e i suoi motivi…
    In ogni caso un grande in bocca al lupo per la tua rinascita,non vedo l’ora di leggere le prossime puntate :D

  7. ma solo a me viene un’amarezza sconfinata?

  8. E bentornata anche da parte mia!

    1. Per un attimo ho pensato: “Ma guarda, non mi ricordavo di aver commentato questa rubrica!” E invece… non ero io :D
      ps. Bentornata Chiara! :)) Rise like a Phoenix, diceva “qualcuno”.. ;)

      1. Eh sì, eri un’altra :-)

  9. Addio al Pigneto…

  10. Chiara, sono felice come una pasqua del tuo ritorno, ed essendo appena entrata nel girone infernale delle mollate, punto molto sui tuoi racconti come terapia!

  11. Welcome back!

  12. Ed io che avevo cominciato a perdere le speranze!
    Buon rientro e (soprattutto) buona rinascita.

  13. Che bella sorpresa!
    Comunque dovresti essere contenta di aver già realizzato 2/3 dei tuoi buoni propositi. Buona fortuna per il resto!
    P.S. ma perchè bisettimanale? Peccato non poterti leggere tutti i sabati…

  14. Bentornata…tanto attesa :)
    Il cambio di status esistenziale/abitazionale porterà nuova linfa…e se ti servisse un input dal mondo delle conviventi, sono a disposizione, anche se rappresento meglio le convivenze part-time (3 mesi di assenza/ 2 di presenza).

  15. Welcome back!! Sei mancata =)

  16. Il 50% dei problemi riscontrabili su brenda riguarda le utenti.
    L’altro 50% il fatto che sia un’app programmata da scimmie informaticamente analfabete.

    1. sacrosanta verità XD

    2. Il 60% della comunicazione è linguaggio non verbale; il 10% è dato dal tono. Quando scrivete a una sconosciuta, ricordatevi che se va bene comunica con voi solo al 30%. Se va male, mente. Anzi, viste le proposte a sfondo sessuale: corpo.

      Io ho sempre avuto paura di Brenda. E più sento i pareri di chi l’ha usato, più mi terrorizza. :D

      1. Il 30% di comunicazione esperita mi porta con una certa sicurezza a declinare l’opportunità di conoscere il restante 70%.

  17. che bella sorpresa!! bentornata! :)

  18. Bitch Mode On

    Forse sarò in errore, ma scommetto che a molte fa tanto piacere che sei tornata single :P

    Bitch Mode Off

    Bentornata ^^

  19. Diciamo pure che ho un buon motivo in più per sperare che arrivi presto il sabato, solo ogni due settimane però! :D Bentornata Chiara!

    Penso, anzi credo, che le muse, le dee greche e soprattutto la maglietta di Lezpop ti abbiano offerto un’illuminazione geniale: quella di tornare a scrivere! E questa “prefazione” promette davvero grandi cose!

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata

Puoi usare i tag HTML