Questo sito contribuisce alla audience di
In evidenzaNewsSocietà e politicaTop Story

Coppia cristiana esclusa dall’adozione in Canada per le loro idee sui gay

Durante il processo per diventare idonei all'adozione, le loro convinzioni sull'omosessualità li ha fatti escludere

Una coppia in Canada è stata ritenuta in adatta all’adozione a causa delle loro convinzioni religiose verso le persone LGBT. I due aspiranti genitori sono una coppia di cristiani evangelici della regione dell’Alberta che si è sottoposta al processo per l’adozione. La coppia denuncia di essere stata dichiarata inadatta proprio a causa delle convinzioni religiose.
La coppia infatti è stata sottoposta a una serie di domande per indagare le loro capacità genitoriali e alcune di queste domande riguardavano lo sviluppo sessuale del proprio possibile figlio. Ora vogliono fare ricorso in tribunale.

Riguardo alla possibilità che il figlio adottivo avesse dubbi sulla sua sessualità, la coppia avrebbe risposto che benché il matrimonio omosessuale sia legale in Canada loro sono espressamente contrari e ritengono che l’omosessualità sia sbagliata. Questo avrebbe convinto il supervisore a ritenerli inadatti alla adozione, ma la coppia ha ritenuto che tale giudizio andasse contro la libertà di religione. Aaron Manton, portavoce della Ministra per i Servizi all’Infanzia canadese, ha difeso l’operato dell’ufficio adozioni secondo il quale “i figli adottivi meritano un casa sicura, sana, amorevole e inclusiva.” Di tutt’altro avviso le associazioni religiose e conservatrici, che hanno parlato a favore della coppia. Per loro, ritenere inadatta una coppia solo per le convinzioni religiose è una violazione della costituzione.

Non è facile definire il confine tra libertà di religione e il dovere di crescere i figli in un ambiente inclusivo

Questo caso ha portato alla luce uno dei difficili contrasti che spesso nascono tra la comunità LGBT, le comunità religiose più conservatrici e la legge. Ovviamente non è corretto discriminare una coppia solo perché ha una fede, ma è corretto affidargli un bambino che potrebbe crescere e scoprirsi omosessuale? Come vivrebbe il proprio orientamento sessuale se venisse cresciuto nella convinzione che amare una persona del proprio sesso sia sbagliato? Quanto influirebbe nel suo sviluppo psicofisico venire educato con queste convinzioni?
Ogni bambino ha diritto a crescere in una famiglia che lo ami per ciò che è. E quando si tratta di dare in adozione un bambino, anche il fatto che possa essere gay va tenuto in considerazione. 

Share Button
Tags

Fou Savant

Wearing a bow tie is a statement. Almost an act of defiance.
Wearing a bow tie is a way of broadcasting an aggressive lack of concern for what other people think.

Articoli correlati

1 thought on “Coppia cristiana esclusa dall’adozione in Canada per le loro idee sui gay”

  1. Il problema nel caso di una coppia adottiva è duplice: primo per il modo in cui potrebbero crescere un figlio che poi dovesse scoprirsi omosessuale, secondo per le idee con cui potrebbe venir su una persona. Insomma mi pare ovvio che nel momento in cui si deve valutare una coppia per l’affido o l’adozione si debba tener conto delle idee dei genitori su fattori sensibili come razza, sessualità ecc, dal momento che gli si dà un ragazzo che già ha avuto un passato difficile e che di certo non deve vederselo complicare dalle idee dei futuri genitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close