Questo sito contribuisce alla audience di

Debra Morgan e i vestiti da lesbica: dalle camicie a quadri ai blazer

Debra Morgan

Debra Morgan, la sorella detective di Dexter, il serial killer protagonista dell’omonima serie televisiva americana, ci piace proprio. Ci piace perché è una donna forte ed indipendente, che non si appoggia a nessuno (Dexter fa eccezione, ma abbiamo tutti la nostra eccezione), che si appassiona e trae soddisfazione dal suo lavoro, che non va tanto per il sottile ma prende (quasi) sempre la strada giusta quando si trova in situazioni difficili, che anche quando si innamora non si trasforma in un budino in attesa di una scatola di cioccolatini e due rose per essere davvero, davvero felice. Ed è una che parla come ci si aspetta che parli un poliziotto, nonostante porti (metaforicamente) la gonna.

Nella realtà la gonna l’ha indossata in poche, ingessate occasioni in cui i suoi occhi gridavano “disagio!”. Con ben altra disinvoltura porta jeans, distintivo e pistola d’ordinanza, e con la stessa disinvoltura ci abbina più di spesso una camicia a quadri (il collage esplicativo in apertura di post è orgogliosamente mio, le foto sono state prese dal gruppo facebook Le camicie di Debra Morgan).

Ora, nonostante i gay di oggi tentino disperatamente di appropriarsene, indossandole ad ogni buona occasione come prima la sciarpina leggera annodata a mò di cravatta, le camicie a quadri ci appartengono. Che ci piaccia oppure no sono per le lesbiche quello che il cappellino da marinaio è per i gay: un capo che non necessariamente si porta davvero, e men che mai tutti i giorni, e che eppure è capace di etichettare una ragazza più del farsi trovare con le mani sotto la maglietta della migliore amica. Dopotutto se ti spingi un po’ più in là con un’amica stai sperimentando, se metti la camicia a quadri sei proprio lesbica.

Motivo per cui potrai anche essere la ragazza più etero del globo, ma nel momento in cui allaccerai l’ultimo bottone griderai LESBICA in tutte le lingue possibili. Motivo per cui l’unica (se non ricordo male) lesbica vera ad apparire nel telefilm (Katherine Moenning, ovvero Shane) si confonde e cerca di rimorchiarla (povera stella).

L’equazione acquista forza ogni qual volta che ad indossare le camicie a quadri è qualcuna che, anche se non dichiaratamente lesbica, si comporta da tale, come Debra Morgan appunto. La cosa fa sì che non si riesca a credere del tutto alla loro eterosessualità, anche se non è mai stata messa in discussione, colpa sicuramente dei secoli di censura in cui il personaggio gay si doveva decodificare, se non indovinare del tutto.

Ma Debra si spinge ancora più in là. Nella seconda puntata della sesta serie, andata in onda la scorsa settimana su Fox Crime, la detective più sboccata della televisione viene promossa tenente, grazie anche alla fama raggiunta per aver sventato una sparatoria in un pub. Dalla terza puntata, in onda questa sera, in poi, Debra prenderà le misure del suo nuovo ruolo che richiede più lavoro d’ufficio, distacco dai colleghi e una maggiore autorità. Per ottenere questo effetto, dopo aver dato una goffa chance a gonna e tacchi, Debra affronta la situazione come ogni brava lesbica farebbe: aggiungendo il blazer.

L’ultima immagine è stata presa qui.

Share Button

COMMENTI

WORDPRESS: 5
  • comment-avatar
    ria 2 anni

    no va bhè..io la amo troppo ! :-)

  • comment-avatar
    lullaby 2 anni

    In realtà è eterissima nel telefilm….tanto da avere una cotta per il fratellastro…..

  • comment-avatar
    Cloud 5 anni

    Amo questo personaggio e il suo intercalare, per me lei sarà sempre Fuckin’Debra Morgan!

  • comment-avatar

    Temo proprio di si, da quel che so non c’è niente del genere all’orizzonte. Gli autori sono troppo impegnati a piazzare delle “bombe” diverse…

  • comment-avatar

    Sì, anche a me Debra piace molto, e devo confessare che è tra le ragioni per cui ho cominciato a seguire il telefilm (anche se poi mi è piaciuto a prescindere). Solo che ogni volta che la vedo faccio fatica a pensare che una così sia esclusivamente etero. E non mi riferisco solo al suo modo di vestire, ma a tutto l’atteggiamento. Tuttavia vedo che fino ad adesso tutte le sue storie con uomini sono state dei fallimenti, e allora mi si affaccia una speranzella in fondo al cuore… chissà, forse gli autori ch riservano qualche sorpresa in futuro. Sarò troppo ottimista?