Questo sito contribuisce alla audience di
NewsSocietà e politica

Donna iraniana si sottopone a 50 interventi per somigliare ad Angelina Jolie GALLERY

Però guai a dire che sei gay!

No, non è uno scherzo o uno di quegli articoli click-bait che vogliono vendervi l’ultima pinzatrice uscita sul mercato con una scusa. Sahar Tabar, che ora ha 29 anni, a 19 ha cominciato un lungo percorso per somigliare il più possibile ad Angelina Jolie. Questo l’ha portata a perdere 36 kg e sottoporsi a 50 operazioni chirurgiche, tutte dolorose e molto dispendiose. Sul suo account Instagram Sahar tiene sempre aggiornati i suoi follower con foto e video del suo cambiamento.

Non si sa come Sahar abbia fatto a permettersi tutti questi interventi (o protesi?) o le motivazioni dietro la scelta che l’ha portata a trasformarsi così, ma ecco un’altra cosa che ci stupisce di questa vicenda: è incredibile che in Iran tu possa cambiare sesso in sicurezza e piena legalità, puoi trasformarti nella sosia di Angelina Jolie e nessuno ti dice niente ma se sei donna hai comunque zero diritti o libertà e rischi anche la pena di morte se ti innamori di qualcuno del tuo stesso sesso.

Diteci se tutto questo non è assurdo.

Share Button
Tags
  • 95 Posts
  • 4,053 Followers
  • 153 Following

Ahlen

Nerd.

Articoli correlati

10 thoughts on “Donna iraniana si sottopone a 50 interventi per somigliare ad Angelina Jolie GALLERY”

  1. Scusate, mi è partito “invia” ;)
    Dicevo, è UN FAKE, FINTA, FASULLA, INVENTATA:
    leggete qua
    http://www.marieclaire.it/Attualita/gossip/ragazza-50-interventi-angelina-jolie

    È stata la condivisione virale degli ultimi tempi: la ragazza che fa 50 plastiche facciali per somigliare ad Angelina Jolie e finisce per sembrare uno zombie. Ma come diceva il filosofo Francis Bacon nel 1600, la gente crede di più a quello che gli piace credere. E i maghi del clic baiting sul web lo sanno bene. Non si sa chi sia stato il primo a lanciare la notizia, forse una testata belga di nome SudInfo. “Sahar Tabar, 22 anni (qualcuno ha riportato addirittura 19) iraniana di Teheran, si è sottoposta a 50 interventi per assomigliare al suo idolo di sempre Angelina Jolie”. Molto più efficace della verità, molto più sconvolgente. In quanti avrebbero cliccato la notizia vera, ossia che Sahar Tabar, che ora potremmo definire una genia della lampada, non ha nessuna intenzione di imitare Angelina Jolie, ma di fare tutt’altro?

    Qualche testata meno impulsiva, tipo ibtimes.co.uk, ha infatti indagato su di lei, e dopo aver cercato informazioni più dettagliate e tradotto i commenti dei sui fan di vecchia data, ha fatto trapelare che Sahar potrebbe pure essere un’ammiratrice di Angelina Jolie, ma questo non viene mai dichiarato chiaramente nei suoi profili social. Sarebbe invece una cosplayer di Instagram che cerca solo di imitare La Sposa Cadavere, il personaggio dell’omonimo film di Tim Burton. E soprattutto, che le sue foto raccapriccianti sono frutto di trucco, aggiunta di protesi, lenti a contatto bianche e lavoretti di Photoshop.

    Sì, Sahar la plastica al naso l’ha fatta e ha rimosso dal suo profilo Instagram un po’ di foto del prima (non tutte). Le labbra le ha gonfiate (non più di quelle di tante soubrette e conduttrici nostrane) ma chi si è scandalizzato per questo non sa che l’Iran si contende con il Brasile il primato della chirurgia estetica, e che è un paese dove la rinoplastica, fra le persone della media e alta borghesia è una specie di rito di passaggio, tanto che si sentono ragazze dire “il mio naso non mi dispiaceva, ma lo cambiano tutte e l’ho dovuto fare anch’io”. Insomma, lei voleva trollare la gente fingendo di essersi trasformata veramente in una morta vivente da cartoon. Anche la storia del dimagrimento drastico di 40 Kg non è assolutamente credibile su una ragazza, a meno che non sia alta due metri, e non pare proprio: la verità è che lei pesa 40Kg, ma l’informazione è andata lost in translation. I giornali di mezzo mondo hanno quindi ribattuto l’idea di qualcuno che dal Belgio le ha accostato il nome dell’ex moglie di Brad Pitt, invece che un cartone animato. Sfruttando quel tipo di sentimento che in alcune redazioni di bassa lega viene catalogato come: “signora mia dove finiremo di questo passo?”. Risultato finale: Sahar ha guadagnato qualche centinaia di migliaia di follower in un paio di giorni (attenzione ai profili fake che hanno cominciato a fioccare per sfruttarne la fama) e se ne infischia degli insulti in cui le dicono che più che Angelina Jolie sembra The Corpse Bride. Era esattamente quello che voleva ottenere. Missione compiuta, ora datele un premio.

    1. Io non ho letto tali articoli e mi sono limitata a guardare le foto, ma dai su non ci vuole un genio a capire che erano palesemente ritoccate! Si vedono addirittura i contorni photoshoppati in malo modo… Certo che la gente si beve proprio tutto!

  2. Non è vera, non esiste un’operazione chirurgica che possa farti quel naso da pinocchio, nemmeno con la magia. Inoltre sembra anoressica e su ogni foto è diversa. Dai su!

  3. Questo articolo è penoso, si fa la gara ai diritti umani? Che cosa c’entra l’orientamento sessuale, l’identità di genere, ed una donna che si fa delle plastiche per assomigliare ad un’altra donna? È assurdo. È ignobile, e non quello che ha fatto lei, ma quello che state facendo voi! A parte il fatto che quello sembra un lavoro prostetico e anche fatto male, e la veridicità della cosa non può essere provata a meno che non abbiate cartelle cliniche, quindi non scrivete che è una notizia vera, perché non si può provare, avete video delle sue operazioni che tra l’altro potrebbero anche essere artefatti? Inoltre, come ho già scritto sulla vostra pagina, è un po’ come pubblicare le foto delle anoressiche sfottendole. Complimenti.

    1. Che cavolo significa? già odio la parola malata di mente ma chi sarebbe l’altra “malata di mente”? angelina jolie? Ma stai fuori????

  4. E’ vero che ci vedo poco, nonostante gli occhiali, ma io la somiglianza con la Jolie proprio non la vedo. In compenso si è davvero rovinata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close