Questo sito contribuisce alla audience di
FilmHighlightsMondo PopNewsSocietà e politica

Gal Gadot sostiene le donne che raccontano le molestie subite

Tolleranza zero contro chi abusa

Ieri sera si è svolta la premiere londinese di Justice League, il film che vede protagonista – insieme a Ben Affleck, Jason Momoa, Ezra Miller, Henry Cavill e – anche Gal Gadot nei panni della nostra amata Wonder Woman (sul suo account Instagram potrete vedere le stories realizzate ieri sera… presto, prima che spariscano!)

L’attrice israeliana ha voluto esprimere la sua sugli ultimi avvenimenti accaduti in quel di Hollywood che coinvolgono registi e produttori in svariate denunce di molestie e violenze sessuali:

Gal Gadot ha poi sostenuto fermamente che se Brett Ratner produrrà Wonder Woman 2 lei non riprenderà il ruolo di Diana Prince. Il contratto infatti non è stato ancora firmato, anche se la Warner Bros. ha assicurato che non rinnoverà la sua collaborazione con il regista.

I precedenti con il regista di X-Men: Conflitto Finale

Ricordiamo anche che l’attrice era stata la prima a ritirare la sua adesione dal Jewish National Fund destinato proprio al regista israeliano Ratner (accusato di molestie sessuali da 6 donne e, recentemente, di omofobia da Ellen Page), fondo che lei stessa gli avrebbe dovuto consegnare: “Sono comportamenti da condannare univocamente“, commentò. “È inaccettabile e non deve essere tollerato. Sì, sono stata sorpresa su Ratner, non avevo idea, non ho avuto nessuna esperienza del genere lavorando con la sua compagnia né con chiunque altro a Hollywood. Ma mi fa piacere che finalmente sia le donne che gli uomini ne parlino apertamente. Io dico: tolleranza zero.”

Share Button
Tags

Ahlen

Nerd.

Articoli correlati

2 thoughts on “Gal Gadot sostiene le donne che raccontano le molestie subite”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close