Questo sito contribuisce alla audience di
HighlightsMondo PopTv e dintorni

Grey’s Anatomy 12×03-04, Calzona recap: A letto con il nemico

Giovincelle di fervido e saffico ardore, garanti del fallimento delle politiche di illibatezza del tiaso di Seattle, è bello ritrovarvi ancora pronte a nuove sessioni di spanking seriale con Grey’s Anatomy, l’unico telefilm che porta così sfiga, che la rintronata che ne scrive i recap è rimasta senza corrente elettrica per tre interi giorni dopo aver buttato giù il primo paragrafo. Ritrovata la divina luce del progresso e il segnale Wi-Fi, per il potere conferitomi da LezPop, dichiaro aperto il nuovo atroce recap delle disavventure dei medici della West Coast (e siccome vi va proprio male, è doppio e include una puntata di rara inutilità).

Untitled

Possiamo tuttavia davvero considerare inutile un episodio che nelle prime sequenze vede Amelia approfittare della corsa in car sharing con Meredith e Maggie per denudarsi sui sedili posteriori? Se la ENI me ne garantisce l’ignuda presenza su ogni auto Enjoy pronta per il noleggio, è la volta buona che smetto di prendere la metro.

Meredith: Amelia, i miei bambini si siedono lì.

Amelia: È un problema solo se leccano i sedili. Leccano i sedili?

I mini-Shepherd no, ma qualche lesbica dai gusti fetish può darsi che la troviate. I veri problemi per Meredith in realtà sono ben altri: acquisito lo scettro lunare per dominare col potere del cristallo di luna il reparto di chirurgia generale, la Bailey l’ha inchiappettata a dovere con un contratto degno di un bambino pakistano che cuce palloni per i campioni della Bundesliga. Al solito l’unica ad avere il coraggio di spiattellare la verità è Callie, la quale tiene a ribadire di continuo all’amica che i suoi modi da dominatrix d’alto bordo le hanno permesso di strappare all’ospedale un accordo tale da potersi permettere Fernando Alonso come autista e Mariah Carey che je spiccia casa.

Caso umano della puntata: due gemellini nati già con un tumore e bisognosi di un urgente trapianto di fegato. Siccome non volevamo farci mancare proprio nulla a livello di drammoni, su Alex pende la terribile decisione di poterne e doverne salvare soltanto uno, a fronte del fatto che l’unica persona che vorremmo sacrificare a mo’ di Giovanna d’Arco sull’ardente pira è Jo: cioè, ‘sta bambolina qui sfrantuma le gonadi per tutta la puntata perché Karev non ha manifestato voglie genitoriali con lei, poi quando il nostro pediatra si dichiara disposto, lei si tira indietro. Appello sincero: fai pace con il cervello… ma pure con l’utero e tutto il resto del corpo.

Never forget
Share Button
1 2 3Pagina successiva
Tags
  • 76 Posts
  • 3,777 Followers
  • 153 Following

Vincenza

Apostata, iconoclasta, adoratrice di sneakers, seriamente affetta da sindrome di Stendhal acuta in presenza di ogni filmato pre-1927, cultrice di Karen Walker e fedele consumatrice di banda larga con un debole per i classici della letteratura.
Difetti a parte, una persona normale. Forse.

Articoli correlati

3 thoughts on “Grey’s Anatomy 12×03-04, Calzona recap: A letto con il nemico”

  1. …i tuoi recap sono tra le poche cose che rendono sopportabile 50 minuti di strazio e nonsense settimanale :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close