Questo sito contribuisce alla audience di

Ignazio Marino indagato per aver trascritto i matrimoni gay: anche lui vittima dell’omofobia

NEWS_136623
L’omofobia è quella brutta malattia, causata da ignoranza e bigottismo, che porta qualcuno ad affiggere un infamante volantino sopra la porta dello studio di un dentista, a pubblicare la foto di una persona con il solo scopo di fomentare odio, picchiare due ragazzi per strada perché si stanno baciando e denunciare il sindaco di Roma Ignazio Marino.

La denuncia nei confronti del sindaco di Roma, è stata presentata da Fabrizio Verduchi, presidente di Italia Cristiana, minuscolo movimento politico con le solite posizioni ultra cattoliche di destra, e dall’avvocato Massimiliano Tedeschi. L’accusa è quella di peculato e abuso di ufficio, in relazione alle trascrizioni dei matrimoni omosessuali. L’iscrizione del sindaco di Roma nel registro degli indagati è un atto dovuto da parte del Tribunale, ergo: lascia il tempo che trova. Eppure per Italia Cristiana, è una colpa aver concesso dei diritti a delle persone. Persone che, nella loro ottica, non sono degne di formare una famiglia e che quindi vanno punite. Così come va punito Ignazio Marino con una pena che potrebbe andare da 3 a 10 anni di reclusione con interdizione dai pubblici uffici.

In questo modo, anche Marino può essere annoverato tra le vittime dell’omofobia. Quell’omofobia che per Italia Cristiana e altri movimenti politici e associazionisti, che purtroppo conosciamo bene, non esiste e che addirittura scendono in piazza per manifestare il loro “diritto” ad impedire ad altre persone di vivere la propria vita in nome di una presunta libertà di parola.

Se quelli di Italia Cristiana, e organizzazioni simili, impiegassero le stesse energie per denunciare i veri cancri della società come: fasciomafie, corruzione, appropriazioni indebite, nepotismo e tutto ciò di veramente sbagliato che c’è in Italia, questo sarebbe il paese ideale in cui vivere. A quanto pare, purtroppo, bisogna combattere le nozze gay e una inesistente dittatura di gender e annientare politicamente i loro sostenitori, tutto il resto invece può essere allegramente ignorato. L’importante è salvaguardare dei presunti valori su cui si fonda questa bella società, ovviamente per scopi politici ed elettorali, tutto il resto invece è noia.

Share Button

COMMENTI

WORDPRESS: 1
  • comment-avatar

    Ma queste ipotesi di reato chi le ha formulate? Io ravvedo al massimo il reato di perculato…