Questo sito contribuisce alla audience di

Il sindaco di Arezzo: niente sesso al Pride! #peccato

da Fou Savant 2.971 visite2

Brutte notizie, ragazze. Se avevate già fatto il biglietto per partecipare all’orgia pride di Arezzo e avevate preparato i bambini da mettere nei panini del pranzo al sacco, dovrete trovare qualcos’altro da fare il 27 Maggio perché il sindaco Ghinelli ha detto che non vuole vedere scene di sesso al pride! E io che già avevo prenotato la depilazione totale, mannaggia!

Alessandro Ghinelli, eletto da una coalizione di centro destra, ha le idee parecchio confuse su quello che succede generalmente a un pride, per cui si è premurato di chiedere agli organizzatori di rispettare alcune regole tra cui niente nudità, al massimo torso nudo per gli uomini e bikini per le donne. Peccato però che quello già lo dice lo legge!

Insomma, vuole un pride sobrio ed educato per cui se gentilmente vi mettete su il vestito della comunione fareste un piacere a tutti.

C’è anche però da dire che Ghinelli si sforza e sebbene non fosse favorevole alle unioni civili non vuole impedire che si celebrino nella sua città e che, se lo riterrà opportuno (in base al livello di decenza) parteciperà anche al pride perché è comunque sindaco di tutti e non può fare figli e figliastri. E che è apertissimo all’idea di conoscere le famiglie arcobaleno per farsi un’idea di questa realtà che non conosce prima di esprimere un giudizio sulle famiglie omogenitoriali.

Speriamo non si presentino nudi con solo un boa di piume e che qualcuno gli spieghi che no, la Costituzione non definisce la famiglia come composta da un uomo e una donna e che quindi non si preoccupi, è tutto legale!

Share Button

Commenti (2)

  1. … nonostante sia disinformato, sembra quasi aerto al dialogo e pronto a ricredersi su alcune sue posizioni. ..

    1. No tranquilla ti rassicuro: non è affatto pronto a ricredersi su nulla.

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata

Puoi usare i tag HTML