Questo sito contribuisce alla audience di

Internet è impazzito per la foto di un gruppo di amici queer in un bagno unisex! GALLERY

L'aperitivo della domenica

Internet può impazzire per una foto di un bagno unisex? A quanto pare si, e non deve stupirci dopo il ritiro della legge voluta da Obama che permetteva agli studenti transessuali di accedere al bagno del genere a cui volevano appartenere. Ovviamente una mossa voluta da Trump che non ha portato altro se non l’aumento degli episodi di transfobia in vari stati USA.

Julissa Emile è una ragazza di 19 anni ed era a Chicago per una competizione di poesia. Recatasi in bagno con gli amici scopre che nella location dove si trovava i bagni sono “gender-neutral, ovvero non c’è un bagno per gli uomini e uno per le donne ma tutti condividono lo stesso. Julissa pubblica quindi quattro foto su Twitter commentando: ogni volta che faccio una foto in questo bagno, una nuova persona queer si aggiunge. Sotto, quattro scatti in cui le persone attorno a lei aumentano di volta in volta. Le persone nella foto sono tutte amiche di Julisse e tutte si definiscono queer, ed è bastato questo a far fare il giro dell’internet al tweet, che è quindi stato condiviso più di ventimila volte. Molti hanno trovato commuoventi le foto, o per meglio dire il messaggio contenuto nelle foto: la possibilità di essere liberi di definirsi ed esprimersi, di non trovare ostacoli e di non dover aver paura delle persone che ci circondano. 


Non sono mancati ovviamente commenti di odio e intolleranza nei confronti tanto di Julissa che del bagno gender neutral, compreso qualcuno che sostiene che bagni di questo tipo siano una forma di molestia sociale ma la risposta di Julissa è stata perfetta: come si può parlare di molestia se siamo tutti felici e sorridenti?

Il discorso secondo cui i bagni unisex causerebbero un aumento delle molestie nei confronti delle donne è dovuta al fatto che si continua a dare agli uomini la possibilità di considerarsi animali incontrollabili e di considerare le donne invece come inferiori. Quando l’uguaglianza passa anche dalla consapevolezza che siamo tutti uguali, specialmente quando andiamo in bagno.

Share Button
Speciale Onda Pride 2017

Wearing a bow tie is a statement. Almost an act of defiance. Wearing a bow tie is a way of broadcasting an aggressive lack of concern for what other people think.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *