Questo sito contribuisce alla audience di
NewsSocietà e politicaTop Story

Justin Trudeau chiede scusa a nome del Canada per le discriminazioni verso i gay

Con un discorso alla camera dei comuni il primo ministro ha riconosciuto le colpe del governo

Justin Trudeau è il primo ministro che tutti noi vorremmo. L‘altro giorno, a nome del governo canadese, Trudeau ha fatto le sue scuse a tutte le persone LGBT che sono state discriminate e perseguitate dallo stato dal 1950 al 1990. E l’ha fatto con le lacrime agli occhi, sinceramente e onestamente.

Per quarant’anni il governo canadese ha controllato e interrogato i cittadini LGBT che lavoravano per lo stato, sia in ambito civile che militare. Molti sono stati licenziati o costretti a dimettersi. In un toccante discorso alla Camera dei Comuni il primo ministro ha riconosciuto “la caccia alle streghe” che ha portato molte persone a perdere il lavoro, la casa e la famiglia. In alcuni casi, il clima di discriminazione ha portato al suicidio delle persone discriminate.

E’ con vergogna, tristezza e profondo dispiace per quello che abbiamo fatto che io sono qui oggi e dico: abbiamo sbagliato. Chiediamo scusa. Mi dispiace. Ci dispiace. Non lasceremo che succeda di nuovo.

Trudeau ha mostrato molto impegno nel fare ammenda rispetto ai crimini delle passate legislazioni. Per i dipendenti delle agenzie statali sono stati stanziati più di 87 mila dollari americani in risarcimento per quelle persone le cui carriere sono state stroncate. Inoltre, tutti i reati legati all’orientamento sessuale e all’identità di genere verranno cancellati dalle fedine penali.
Trudeau ha riconosciuto il coraggio delle persone che si sono battute contro l’omofobia e la transfobia del paese, e che grazie al loro impegno hanno permesso ai canadesi di migliorarsi.

Share Button
Tags
  • 95 Posts
  • 4,053 Followers
  • 153 Following

Fou Savant

Wearing a bow tie is a statement. Almost an act of defiance.
Wearing a bow tie is a way of broadcasting an aggressive lack of concern for what other people think.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close