Questo sito contribuisce alla audience di

La Bella e la Bestia: nel cartone e nel film c’è un sottotesto alla lotta all’AIDS

da Fou Savant 2.070 visite1

Se pensavate di sapere tutto sul classico Disney de La Bella e la Bestia e del live action in uscita  nei cinema, vi sbagliate di grosso. Howard Ashman è stato un importante compositore della Disney ed è l’uomo dietro i testi che più abbiamo amato de La Bella e la Bestia.

Il regista del live action Bill Condon ha dichiarato che molto del film originale è ispirato dalla personale lotta contro l’AIDS del compositore, diagnosticata poco prima dell’inizio della produzione del film. Ashman infatti vide nella bestia un parallelo con la sua malattia, che negli anni ’90 era ancora vissuta con molta paura e pregiudizio. La sieropositività era una maledizione che colpiva non solo i malati ma anche le persone a cui volevano bene, ed erano tutti alla ricerca di una cura miracolosa che spezzasse la maledizione. Nel frattempo però vivere come gay e malato di AIDS era difficile e Ashman ha riversato questa difficoltà nei testi del film: la canzone “Kill the beast” infatti riflette quello che molte persone provavano verso i malati di AIDS.

We don’t like What we don’t understand
In fact it scares us And this monster is mysterious at least
Bring your guns Bring your knives
Save your children and your wives
We’ll save our village and our lives
We’ll kill the Beast!
 
Ashman morì quattro giorni dopo l’uscita del film e vinse due premi Oscar postumi, uno per la canzone “Beauty and the beast” in cui i protagonisti ballano nel famoso salone. La decisione di includere un personaggio apertamente gay nel live action è forse anche un omaggio ad Ashman, alla sua omosessualità e all’eredità che ci ha lasciato.

 

The Surprising Way the AIDS Epidemic Inspired Beauty and the B…

You’ll never watch the original animated Beauty and the Beast the same way again.

Pubblicato da PopSugar Celebrity su Giovedì 2 marzo 2017

Share Button

Commenti (1)

  1. Fou mi piacciono molto i tuoi post, però mo basta co sta bella e la bestia! E’ una favoletta, non un capolavoro di Kubrik… Vabbè che ti piace Emma però basta te pregooo XD

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata

Puoi usare i tag HTML