Questo sito contribuisce alla audience di
HighlightsLa posta del cuore

La posta del cuore. Mi sono scoperta sciupafemmine

la_posta_del_cuore1

Ciao sono una ragazza di 28 anni. All’inizio di dicembre dell’anno scorso la ragazza con cui stavo da 9 anni e con cui pensavo di trascorrere il resto della mia vita mi molla malamente, ammetto tutte le mie colpe nel catastrofico epilogo… Trascorro un paio di mesi cercando di riprendere la mia vita, di riprendere me stessa dal baratro in cui mi stavo cacciando con sistematica apatia. L’unico faro è la speranza di riconquistarla, farle capire che sono una persona migliore e che non la farò più soffrire. Lei mi chiama assiduamente, mi vuole (dice?!?), mi rinfaccia ciò che sono stata, dice che non vuole più sentirmi, e via con le montagne russe. Quando credo di aver raggiunto un equilibrio mi richiama (telepatia?) forse ho un po’ paura di quel che deve dirmi, ma penso di sapere quello che voglio, cioè lei. Il trauma è totale, dopo 8 giorni che mi ha mollata ha già trovato un’altra, ma che pensa ancora a me. Mi trascina e mi lascio trascinare in un nuovo tira e molla in cui la parte più “slave” di me dice “ehi che problema c’è? facciamo in tre”, non che ci sia qualcosa di male, peccato che la signorina in questione dopo aver voluto la bicicletta si rifiuta di pedalare, e certo anche l’altra non ci sta bene. Mi assalgono i sensi di colpa della serie “sto distruggendo qualcosa di nuovo e bello”, dopotutto l’altra mi piace anche ed è di nuovo un casino. Un mesetto fa sento che la situazione mi strozza, le dico “io voglio te, ma se non posso averti, non mi va di rovinare la mia vita, la tua vita, nè tantomeno la sua”… Apriti cielo! Sono io che non le do sicurezza. Ho chiuso pensavo che non mi sarebbe piaciuta mai nessun’altra… Mi sentivo dispersa ed ancora adesso se ripenso al suo odore, alle sue mani ho i brividi… Mi guardo un po’ intorno senza troppa aspettativa ed improvvisamente mi ritrovo ben cinque spasimanti che impazziscono, mi vogliono, mi corteggiano costantemente ognuna a proprio modo, ed ognuna diversissima dalle altre. Ma è come se fosse troppo presto. Le loro premure mi riempiono il cuore e sono tenera anche io con loro, ma mi tengo a distanza di sicurezza perché ho paura di non riuscire a dare loro ciò che vogliono, di far loro male. In più e forse è la cosa ancor più destabilizzante, non riesco e non voglio scegliere, un po’ per paura di scegliere male un po’ forse perché dopo nove anni sento di volermi godere la libertà di fare un po’ come mi pare, scegliere ogni sera o non scegliere mai. Ma mi sento in colpa con loro, non voglio perderle. In un ideale folle e stancante vorrei “stare” con tutte e cioè con nessuna, una sorta di coppia aperta senza gelosie, in cui si vive il desiderio, non solo quello di scoparsi ma anche di condividere pezzi di quotidianità o sogni, in tranquillità, dando il tempo alle passioni di consolidarsi o di spegnersi. Forse dovrei solo essere più sincera con me stessa. A volte credo di farlo per il bisogno di essere amata, ma poi mi ritrovo a pensare a loro, in modi diversi ma senza cinismi e non so più che fare. Dovrei essere più sincera con loro, ci provo glielo dico, ma non mi credono… Mi perdo nei loro occhi e tutto diventa terribilmente confuso.

Cara lettrice,

è vero: la tua lettera è bella confusa. Del resto, passare dal “baratro dell’apatia” ad un ménage à trois, per finire con ben cinque spasimanti, mi sembra un cambiamento parecchio radicale. Però, in questo delirio, non c’è assolutamente niente di male. Hai 28 anni, per nove sei stata fidanzata con una donna – e se la matematica non mi inganna – vuol dire che dai 17 anni in poi sei stata fidanzata sempre con la stessa persona. Per farla breve, amica, hai 9 anni da recuperare! 

Discorsi da bar dello sport a parte, la cosa più importante rimane sempre una e una soltanto: essere sincera. Prima di tutto con te stessa. Cosa vuoi? Evidentemente ti vuoi divertire, vuoi sperimentare, vuoi annusare profumi nuovi e provare sapori nuovi. Va benissimo. Vuoi cambiare una donna a sera, perfetto. Fallo. Però nel mentre ti dedichi alla fase Shane della tua esistenza, evita di passare sui cadaveri altrui.

Assecondare i nostri ormoni è sempre cosa buona e giusta, fino a quando, tra un amplesso e l’altro, non ci facciamo scappare frasi del tipo «sei davvero speciale», «vorrei stare con te», per il solo fatto che ci suonano bene in quel momento («ti amo» e «mi sto innamorando» non sono nemmeno contemplate). Ricordati che nel letto ti ritroverai una donna che magari ha perso la testa solo per te, e non per altre venti persone contemporaneamente.

Per cui, il mio consiglio è semplice: cara lettrice, prenditi tutto quello puoi, ma non promettere ciò che non puoi mantenere. Sii onesta, e fai presente alle tue spasimanti che nessuna di loro in questo momento gode del dono dell’esclusività. E non lasciarti andare dall’euforia del momento. Tra sciupafemmine e sciupalesbiche c’è una grandissima differenza: quando le lesbiche si incazzano non sono belle persone. Ti dice niente la parola lesbodrama?

Share Button
Tags

La Mile

Lazy and creative. Proud mommy of an amazing girl pug.

Articoli correlati

5 thoughts on “La posta del cuore. Mi sono scoperta sciupafemmine”

  1. Concordo con i suggerimenti dati, ma devo dire che a volte l’essere chiare ed evitare i “sei speciale” ecc ecc non serve.
    Nel mio “periodo Shane” pensavo che mettere le cose in chiaro all’inizio avrebbe evitato situazioni ambigue, ma non è stato sufficiente ad evitare che una delle spasimanti piombasse da me con grandi progetti di vita insieme (??!??!??!) e un’altra mi dicesse “molto chiaro e condiviso, anche io non voglio niente di serio e sto curiosando un po’ in giro, per cui direi che ci divertiremo!” per poi mandarmi mail e messaggi da cuore infranto (?) perchè non le davo “tutte le piccole attenzioni che sono alla base di una storia seria”….
    Vero è che io ho particolare appeal per le persone non particolarmente stabili, però ecco, considera anche questa eventualità!

  2. Vai!! Dopo 9 anni hai il diritto, quasi il dovere, di fare tutto quello che vuoi, con chi vuoi!!! Divertiti e ricordati che a nessuno importa del tuo povero cuoricino!!

  3. essendo stata in passato una delle 5 vi ringrazio ufficialmente a nome di tutta la categoria. quei “sei una persona speciale” ,”vorrei stare con te ma mi scade lo yogurt” risparmiateveli. non sono necessari ed otterrete l’effetto contrario: appena la spasimante si renderà conto che la pigliate per il culo, si sentirà delusa e la perderete.

    la spasimante, o le spasimanti, volendo sono ottime scopamiche che non vi daranno problemi a patto che voi siate tremendamente chiare.

    sopravviveremo al trauma tranquille.

    s.

    1. Non essere sciocca, le spasimanti quando vengono citate sono sempre meramente funzionali dell’autocelebrazione, per cui è giusto mostrare compassione nei loro confronti, magari anche un pat pat sulla testa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close