Questo sito contribuisce alla audience di

La posta del cuore. Voglio la coppia aperta ma la mia ragazza no. Come faccio?

la-posta-del-cuore-logo-main

Cara Redazione,
Sono V., sono lesbica e felicemente fidanzata con una ragazza che amo, adoro e adorata da tutti, non potrei chiedere di meglio insomma, eppure non mi basta, non so se son io a non essere tagliata per la monogamia ma continuo sempre a guardare le alte e a provarci, magari giocando un po’ anche perché alla fine non ne la dà nessuna e faccio anche delle figure di merda colossali.
Non l’ho mai tradita e non so se potrei riuscirci, però non ce la posso fare, mi piace flirtare a volte lo faccio anche con i ragazzi anche se sono lesbica ma mi diverte e mi intriga. A lei non dico tutte queste cose anche se non mi metto problemi a fare apprezzamenti sulle altre davanti a lei, mentre lei invece sembra non abbia occhi che per me, non fa mai un commento su nessuna, ho provato anche a tirare fuori il discorso coppia aperta ma non se ne parla, che poi non so neanche se potrei riuscirci.

Sono combattuta, vorrei essere la brava moglie fedele insomma una good girl e invece sono una slut inside che vuole essere libera da legami. So che vi sembrerò una persona superficiale e forse lo sono, ma non vivo bene così, ho sensi di colpa non voglio ferirla. Ma poi non sto bene io, forse dovrei lasciarla perché non son capace di amare come vuole lei, vi chiedo se avete qualche consiglio da darmi.

Cara V,
la monogamia non è un dogma della coppia. C’è chi lo considera tale e chi no. Personalmente, trovo che sia largamente sopravvalutata. Il tradimento può arrivare in tanti modi diversi: il sesso è solo un tassello, se pur grande, delle relazioni umane.

Detto questo, facciamo un piccolo giochino: se fosse lei a flirtare con altre persone a te darebbe fastidio oppure no? Se lei fosse al posto mio, come reagirei? Perché, cara V, la coppia aperta è una cosa, faccio un po’ quel cazzo che mi pare è un’altra.

Gli equilibri, qualunque essi siano, si raggiungono in due. L’importante è stabilire le regole del gioco, poi tutto è possibile. Per cui, se lei non vuole la coppia aperta, amica, sei tu che devi decidere: resto in una relazione monogama, provo a fare la brava ragazza, poi alla prima che passa, ciao, gliela do come se non ci fosse un domani?

O magari realizzo che non ne vale la pena, e affanculo l’ammmore, affanculo la sicurezza e la donna che non ha occhi che per me, e me la vivo così come viene? Possibilmente evitando di far soffrire qualcuno? Tutte queste sono scelte che non dipendono dai nostri ormoni o dalla scarsa capacità di essere fedeli, ancor meno dalla morale (good girl vs. slut inside), ma dal rispetto che abbiamo per l’altro. E chissà, magari tra una donna e l’altra troverai quella che desidera una coppia aperta!

Share Button

Articoli correlati

Lazy and creative. Proud mommy of an amazing girl pug.

8 Commenti

  • Stare con una persona che ami ma che chiede una relazione esclusiva o fare il cazzo che ti pare senza legami? A te la scelta, basta non prendere in giro nessun partner presente o futuro.

  • Cara V,
    Non ti preoccupare,non sei strana o sbagliata e non devi sentirti tale.
    Tra le varie possibilità relazionali che esistono,c’è anche il poliamore.
    Ne hai mai sentito parlare?I poliamorosi sentono che per loro è possibile sentirsi attratti o innamorarsi di più persone in modi diversi.L’amore non si esprime solo attraverso la monogamia.Si crede spesso che la gelosia,il possesso,l’esclusività siano una prova di amore.Non sempre è così come crediamo o come ci hanno condizionati a credere.L’amore è libertà di potersi esprimere secondo il proprio essere e sentire.Senti di amare la tua ragazza e ti senti attratta da altre?Va benissimo così.Nessun può e potrà dirti che non sai amare o non ami davvero perchè non è un modo conforme alla regola monogama della maggioranza della società.Tu sai quello che è giusto e va bene per te,perchè solo tu ti conosci.
    Ben vengano allora tanti flirt e tanti nuovi amori per te.L’amore è una risorsa illimitata,lascia che il tuo cuori pulsi e vibri nell’abbraccio di tante persone.Forse per te,potrebbe non esistere la ragazza: “quella giusta”bensì “quelle giuste”.Se la monogamia senti che non combacia col tuo modo di essere,non temere di amare in modo non convenzionale o meno vero e autentico,perchè non esiste un solo modo giusto di amare.L’amore non ha etichette,la monogamia è una di queste.Scegli il modo giusto per te.Prova a parlarne con la tua ragazza in modo tranquillo,introducendo a poco a poco l’argomento.Non reprimere il tuo sentire e soprattutto non ti giudicare. L’Amore nè possiede,nè incatena.L’Amore mette le ali e lascia libero.Il tuo modo giusto di amare lo troverai.Lascia il cuore libero e in ascolto.In bocca al lupo,un abbraccio.

    • tutto chiaro e logico quello che dici. il punto è solo uno: il poliamore bisogna che lo scelgano TUTTE le persone policoinvolte. l’onestà con se stessi va di pari passo con l’onestà verso gli altri. non essere convenzionali è una bella cosa. però anche l’onestà…

  • Dal canto mio mi chiedo: quanti anni hai? A occhio e croce direi che sei abbastanza giovane. Mi sembra che tu confonda lo stare insieme nato forse da una cotta in stile
    “quella mi piace”, con la parola amore, ovvero col sentimento dell’amore. Forse la tua frase “perché non son capace di amare come vuole lei” possiamo tradurla in “perché non sono innamorata di lei”. E poi mi chiedo com’è che in così tante, in queste lettere su lezpop, pensiate che la coppia aperta sia panacea alle difficoltà della coppia: nel migliore dei casi possono solo aumentare, le difficoltà, nel peggiore la coppia deflagra. (E non pensare che le persone che interagiscono con la coppia aperta se ne stiano buone buone a recitare la parte programmata.)

  • Avanti un’ altra, proprio non siete coppia! Lei guarda te, tu guardi millemigliaia di opzioni sconosciute. Gira la ruota, e allegriaaa! Vedrai che i suoi occhi troveranno un altro viso, più presente e forse tu continuerai a cercare “quella giusta”

  • Mi vengono in mente svariate frasi di risposta…

    – eh no tesoro, non puoi avere la botte piena e la moglie ubrriaca
    – non la ami. Punto. Non guarderesti le altre. E già pensi di lasciarla, lo scrivi così come niente fosse, come dire “vado a prendere un caffè”
    – ricorderei a lei il titolo di un film: “forse non le gli (le) piaci abbastanza”
    – fossi in lei, una come te la lascerei subito io, altro che lesbodrammi. Proprio scenate in strada, alla prossima tua occhiata verso un’ altra: “ma la pianti di girarti a guardare le altre? Anzi, girati pure, inseguila, vai da lei, con me hai chiuso, perché tu non mi meriti e io ho avuto fin troppa pazienza con te, sono stata troppo scema, più delle risposte di Paolo, ma adesso mi sono rotta…”
    – è meglio finirla. Lei soffre, tu lo sai che la situazione non può andare avanti. Risposta da bimba kawaii: “troverai anche tu la tua metà della mela”

  • Beh allora i ragazzi non sono gli unici a lamentarsi di aver la ragazza “troia” che ci prova con tutte le paia di pantaloni che incontrano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *