Questo sito contribuisce alla audience di

Le foto di questi giovani africani LGBT sono incredibili! GALLERY

I paradossi che l’omofobia riesce a mettere in campo possono essere incredibili. Mentre da un lato le vessazioni nei confronti delle persone LGBT nei paesi africani si fanno sempre più violente, da un altro quegli stessi stati dichiarano che l’omosessualità non esiste ed è solo una invenzione dei paesi occidentali, come l’America.

Ma come noi ben sappiamo, l’omosessualità e la transessualità sono intrinseche alla natura umana, indipendentemente da dove si nasce, vive o etnia di appartenenza. Per  questo il fotografo Mikael Owunna ha deciso di girare il mondo per cercare persone LGBT africane e fotografarle. Mikael è in parte nigeriano, ed è dichiaratamente gay. Dopo essere andato in Nigeria e aver visto l’impossibilità di mettersi in contatto con persone gay o trans nel suo paese, ha deciso di sfruttare i social network per mettersi in contatto con altri giovani africani queer residenti in America, e di andarli a fotografare a casa loro.

Gli scatti sono stati fatti quindi in casa o nel vicinato, con i vestiti che loro stessi avevano deciso di indossare, creando un ponte quindi tra la loro identità africana e quella LGBT, provando infine che sì, esiste l’omosessualità e la transessualità anche in Africa. In molti casi, le leggi repressive sono un retaggio del passato colonialismo europeo.

Ad oggi Mikael è riuscito a fotografare 34 soggetti per la sua serie Limit(less) e ha iniziato un crowfunding per finanziare un viaggio in Europa che gli permetta di conoscere altri giovani ragazzi africani LGBT.

Share Button

Articoli correlati

Leggi  Sarahah: l'app sull'"onestà" che potrebbe generare DRAMMI!

Wearing a bow tie is a statement. Almost an act of defiance. Wearing a bow tie is a way of broadcasting an aggressive lack of concern for what other people think.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *