Questo sito contribuisce alla audience di

Parte a Milano la 31^ edizione del Festival Mix dedicato al cinema LGBT

da Redazione 2.835 visite1

Apre oggi a Milano nello storico Piccolo Teatro Strehler la 31^ edizione del Festival Mix Milano dedicato al cinema gay-lesbico e alla queer culture.

Particolarmente ricco il programma degli eventi, tutti ad ingresso gratuito, con la giornata di domani che vedrà alle 20.00 la consegna del premio Queen of Comedy a Serra Yilmaz, la nota attrice di origini turche, simbolo del cinema di Ferzan Ozpetek, che si avvicenda dopo la grande attrice e teatrante Anna Mazzamauro, l’almodovariana Carmen Maura, le milanesi Angela Finocchiaro, Lella Costa e Franca Valeri, la felliniana Sandra Milo e le ragazze della tv Cinzia Leone e Geppi Cucciari. Serra Yilmaz, lo scorso marzo al cinema, protagonista, ancora una volta, dell’ultimo film di Ozpetek, Rosso Istanbul, e di recente nell’insolita veste di chef per Celebrity MasterChef Italia, dialogherà col pubblico dopo la consegna la premio.

> > DA NON PERDERE

Numerose e di grande interesse le proiezioni previste. Scorrete per sfogliare il calendario della 2^ giornata del Festival Mix.

Festival Mix – 2^ giornata (16/06)

Le proiezioni si aprono alle 18 in Scatola Magica con i cortometraggi finalisti del concorse Fragrances In Motion Awards organizzato da Olibere Paris, noto marchio francese di profumeria artistica, in collaborazione con l’Institut français di Milano. Questa proiezione speciale offre una vera esperienza multisensoriale. Il pubblico potrà scoprire i cortometraggi realizzati per il lancio della nuova essenza L’Etoile Noire, creata da Amélie Bourgeois. Campioni di profumo saranno offerti all’ingresso in modo che ognuno potrà immergersi in un mondo fatto di profumo e cinema.

Alle 19 in Sala Grande per il Concorso Lungometraggi, El color de un invierno (A Winter to Remember) esordio alla regia della venticinquenne Cecilia Valenzuela Gioia, che interpreta anche il ruolo della protagonista Lucia, un film che ritrae con chiarezza e sensibilità il dolore che deriva dal vivere nella paura e la gioia che proviene dall’accettazione di sé. La proiezione sarà preceduta dal corto fuori concorso Diario Blu(e) di Titta Cosetta Raccagni, racconto intimo e personale sulla scoperta del proprio genere e sul vivere la sessualità al di là delle etichette.

Si prosegue alle 20.30 con Center of My World, terzo lungometraggio del regista tedesco Jakob M. Erwa, film sul raggiungimento della maturità, con Louis Hofmann, rivelazione diLand of Mine, nel ruolo del protagonista Phil, un adolescente gay alle prese con complesse relazioni familiari.

Le proiezioni del Concorso Lungometraggi, si chiudono alle 20.45, con la prima italiana di Signature Move interessante debutto cinematografico della giovane Jennifer Reeder, che sullo sfondo della multietnica Chicago, racconta una storia d’amore contrastata, tra Zaynab avvocata di origine pakistana, lesbica non dichiarata, che si dedica al wrestling e Alma una messicana americana, lesbica libera e disinibita, la cui madre era la celebre campionessa di wrestling Luchador ‘Luna Pellegrossia’.

Per il Concorso Documentari, si parte alle 19 in Scatola Magica, con la proiezione in prima assoluta di Atopos, Generi Teatranti (16/06 ore 19) di Alberto Amoretti, documentario che racconta l’esperienza dell’omonima compagnia teatrale, fondata a Milano nel 2010 e composta da attori professionisti e non professionisti, transessuali e non transessuali, nella creazione dello spettacoloVariabili Umane.
Si prosegue alle 21 con un’altra prima assoluta: Feminista (16/6 ore 21) di Myriam Fougère, sorta di road movie al seguito di una carovana di giovani attiviste che nel 2015 hanno attraversato l’Europa, dalla Turchia al Portogallo, attraverso i Balcani, l’Italia e la Spagna, per incontrare altre donne e unire le forze.
La proiezione sarà preceduta dal documentario breve Presenting Joani: the Queen of the paradiddle di Tina Gordon, una prima italiana che ripercorre la storia di un’altra grande artista della scena musicale internazionale, Joani Hannan, incredibile batterista jazz, apripista per tutte le donne che volevano entrare nel mondo della musica negli anni ‘50 e ’60, e che conquistò persino Hollywood, venendo ingaggiata in A qualcuno piace caldo accanto a Marilyn Monroe.

Alle 22.30, ultime due proiezioni – in anteprima italiana – in Scatola Magica: Temporary Queens di Matteo Tortora, viaggio nel mondo delle drag queens in Italia attraverso quattro storie, una sottocultura difficile da incrociare nella vita, meno che mai di chiara comprensione, per chi non ne è coinvolto in prima persona. Il film sarà preceduto da Primadonna di Daniele Gangemi, Clelia Scimone, Ludovico Serra e Veronica Vescio, breve documentario con al centro Marco, artista savonese, che come un Virgilio dantesco ci prende per mano e ci guida nel mondo delle drag queen assumendo di volta in volta punti di vista differenti.
Durante il festival sarà possibile visitare nel foyer del Teatro Strehler TRA LE NUVOLE. ELOVUN EL ART, mostra fotografica a cura di Paola Arpone e Georgia Garofalo, una selezione di 10 ritratti allegorici di modelli Male to Female e Female to Male realizzati su sfondo azzurro coperto di nuvole. Le immagini esaltano ironia e fascino dei soggetti, tutti vestiti al maschile, bombetta per gli uomini e tacchi a spillo per le donne. Gli scatti sono intervallati da nove pannelli con informazioni sulla transessualità.

Share Button
Speciale Onda Pride 2017
Community

Commenti (1)

  1. Bellissimo “variabili umane”, visto a Genova!

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata

Puoi usare i tag HTML