Questo sito contribuisce alla audience di
Mondo PopMusicaTop Story

MNEK parla dell’essere un nero gay e la difficoltà di far parte di due minoranze

Approfittando del Coming Out Day il cantante racconta la sua esperienza: è più facile di quello che sembra!

Scrive pezzi per Beyonce, Madonna e Kylie Minogue e forse lo ricorderete per At night (I think about you):

In occasione del National Coming Out Day, il cantautore britannico racconta con un post su Instagram delle difficoltà che si incontrano quando si fa parte di due minoranze, in questo caso essere di colore e omosessuale.

(issa read but i’m having a moment so allow me.) happy national coming out day, guys. 🏳️‍🌈 it feels impossible to do but we did it. I came out as gay when I was 18. A year before, i went to my first gay club (Room Service, obvi) with @amedigital, and decided amongst all the naked men and free alcohol that it was the perfect time to let the good sis know “I’m bi, i like boys and girls” she goes “cool, i knew but i love you all the same bb”. the one foot in one foot out thing wasn’t fruitful. a trip to Malia with “some of the lads” in 2013 helped me realise girls just weren’t for me lol. I remember at the time I was just feeling v scared, and unsure – and so i’d try and drop it in conversation to normalise it with varying results. i also think being black and realising you’re gay can be v daunting. you dk what to do or who to talk to, you’re dealing with being a dual-minority in a world where being ONE kinda minority is bad enough. there’s also things like homophobia WITHIN the black community (see: chichi man, batty boy being regularly used in school)/religion (that video of the priest chatting bout licking the poo poo like sis relax)/ but… NT-way. I told my parents separately, my mum in a letter, my dad in person (although my dad kinda found out but DETAILS!). now at 22, about to turn 23, single, working, on music, myself, enjoying living my truth with so much less to hide – the scared young boy who was so afraid of who he was, so concerned with what people thought about him, so mindful of even coming across even a lil effeminate, who’d deepen his voice around straight men, feels like a LIFE away, what with my the shellac and extensions. if you’ve realised ur LGBTQ, come out in your own time. at your own pace. in your own way. it’s not easy but it’s easier than you think. trust and believe me. we can take back the strength of “coming out”. and being gay beyond the realisation of your attraction to the same sex – it’s also really a test of unconditional love. there’s people who aren’t in my life anymore, and i’m pretty sure the condition was my homosexuality but oh welp i’ve made better friends who love me 4 who i am and you will too! i ♥️ you 💕💕

Un post condiviso da MNEK (@mnek) in data:

Ho fatto coming out a 18 anni. Ero andato per la prima volta in un gay club… e decisi che in mezzo a tutti quegli uomini nudi e alcohol gratis fosse il momento adatto per dire alla mia amica ‘Sono bi, mi piacciono sia gli uomini che le donne’. Lei mi rispose ‘Figo, lo sapevo ma ti voglio bene lo stesso’.

Solo dopo Mnek realizzò che l’etichetta “bisessuale” non gli si addiceva del tutto e nel post ragiona su come sia stata dura capire che era un uomo di colore gay e quanto sia difficile appartenere a due minoranze quando “nel mondo, già far parte di una è abbastanza brutto“.

L’omofobia nella cultura nera è molto presente, racconta, vengono dati soprannomi come “Batty boy” e “Chichi man“, ma conclude dando un consiglio a tutti i ragazzi e ragazze che hanno paura di uscire allo scoperto:

Fatelo con i vostri tempi, i vostri ritmi e a modo vostro. Non è facile, ma è più facile di quello che credete, fidatevi e credetemi. Mi sono fatto amici migliori che mi amano per quello che sono, e anche a voi accadrà!

Share Button
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

Close
Close

Abbiamo notato che usi un AdBlock

Lo sappiamo che può dar fastidio, ma la pubblicità ci permette di continuare il nostro lavoro. Per favore, disabilita il tuo ad blocker!