Questo sito contribuisce alla audience di
Mondo PopTop StoryTv e dintorni

Pechino Express 2017 si conferma il programma più lgbt della tv italiana!

Pechino Express trasuda omosessualità da tutti i pori!

Quest’anno Pechino Express ci sta piacendo, ma non tanto da avere una coppia che vogliamo seguire assiduamente. Per questo motivo non ci eravamo ancora espresse al riguardo. 

Ma alla seconda puntata di Pechino Express 2017 una cosa è decisamente chiara: è il programma più lgbt che la tv italiana abbia mai avuto. Vuoi per la presenza di Costantino Della Gherardesca, vuoi che quest’anno tutti i concorrenti trasudano omosessualità, anche quelli etero, ogni secondo di trasmissione è meglio di un Pride. 

Tra personaggi autoctoni delle filippine che sono meglio di Titus di Unbreakable Kimmy Schmidt, vuoi per la presenza di Marcelo Burlon, o dei due compositori che non sappiamo chi siano, ma sembrano le Tatu in versione (ch)emo, “Las Estrellas” eliminati ieri facevano morire dal ridere in tutta la “favolosità” di Rafael, vuoi per il coming out pre partenza di Guglielmo Scilla… Insomma ogni momento è davvero indescrivibile. 

Che vi piaccia o no, Pechino è una delle trasmissioni che a modo suo è più “avanti” su questi temi rispetto a tutte le altre. Non ha bisogno di parlare di omosessualità o transessualità, perché “te la sbatte” in prima serata senza chiedere il permesso come è giusto che sia. E il risultato è comunque efficace e decisamente gradito dal pubblico.

Share Button
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

Close
Close

Abbiamo notato che usi un AdBlock

Lo sappiamo che può dar fastidio, ma la pubblicità ci permette di continuare il nostro lavoro. Per favore, disabilita il tuo ad blocker!