Questo sito contribuisce alla audience di

Se Games of Thrones fosse una guerra sui social, chi vincerebbe?

Nel gioco dei troni, o si vince o si perde. Ma come si fa a vincere? Non è una questione di soldi e nemmeno di capacità tattiche, quanto a volte una gara di popolarità. Ma se le case di Games of Thrones potessero usare i social network per sapere chi ha più fan, chi vincerebbe?

Se lo sono chiesto quelli di Cuponation (piattaforma che mette a disposizione codici promozionali e sconti per diverse categorie di prodotti e servizi) confrontando gli account riferiti a personaggi di Games of Thrones su Facebook, Twitter e Instagram. I vincitori? Tutte donne. Regna su tutte, come è suo diritto, Daenerys Targaryan (Emilie Clarke) con 12 milioni di seguaci, che nella prima puntata abbiamo visto essere finalmente arrivata a Westeros.

Non si può dire che non sia un personaggio carismatico dato che tutta la sua armata è composta da persone che la seguono perché credono in lei e non perché abbia denaro o potere. Escludendo i draghi si intende.

Seguono a ruota Cercei Lannister (Lena Headey) con ben 8 milioni di fans, e Aria (Maisie Williams) che ne ha 7. A chi è fan della serie, questo dato potrebbe non sorprendere. Game of Thrones infatti ci ha abituato da tempo a personaggi girl power in tutte le sue sfaccettature.

Anche la #Sansaunagioia Stark ha avuto una evoluzione di tutto rispetto guadagnandosi la sua fetta di fan. Nella serie, sia tv che di libri, i personaggi femminili non sono per forza mogli che attendono al focolare il ritorno dei mariti in battaglia ma hanno potere, prendono parte agli intrighi e lottano alla pari con gli uomini battendoli in astuzia quando non possono con la forza. Ma sanno anche prendere a calci gli uomini quando serve (vai Brienne!!).

Leggi  Gypsy: Netflix cancella la seconda serie!

Ora come ora, sono per la maggior parte donne le pretendenti al trono e una già ci siede comodamente sopra. Possibile quindi che Approdo del Re diventi presto Approdo della Regina?

Share Button

Articoli correlati

Wearing a bow tie is a statement. Almost an act of defiance. Wearing a bow tie is a way of broadcasting an aggressive lack of concern for what other people think.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *