Questo sito contribuisce alla audience di
Mondo PopPrimo pianoTv e dintorni

Serie TV: non ci sono mai stati così tanti personaggi LGBT come nell’ultimo anno!

Quando il "queer" invade il piccolo schermo

Non è bellissimo poter accendere la tv, Netflix, Sky – o qualsiasi servizio voi abbiate – mettere su un telefilm e scoprire che al suo interno ci sono dei personaggi gay, lesbiche, trans, bisessuali o intersessuali? Personaggi con cui è possibile relazionarsi, confrontarsi, da cui è possibile anche imparare magari, dai quali trarre forza e coraggio e prendere come modello.

Secondo una recente ricerca condotta dalla GLAAD, si è battuto il record: nella stagione 2016/2017 ci sono stati ben 329 – tra regolari e ricorrenti – personaggi LGBTQIA in tutti i canali broadcast, streaming e tv via cavo.

Sui principali canali americani, le parti LGBTQIA erano il 6.5% di tutti i protagonisti, la più alta percentuale in 22 anni di raccolte dati da parte della GLAAD!

Ci sono ancora tanti progressi da fare, questo è certo… per esempio nello sterminio della #poiana. Non sono mai state uccise (in tv) così tante donne lesbiche e bisessuali come negli ultimi due anni – ben 62 vittime.

Un piccolo schermo sempre più arcobaleno

Ma sono stati fatti tanti passi, come il coming out come asessuale di Todd Chavez, personaggio della dark comedy di Netflix Bojack Horseman.

Per non parlare di Shadownhunters, Supergirl, Grace&Frankie, Jessica Jones, The 100, Riverdale, Shameless, Once Upon a Time, Grey’s Anatomy… e Billions, dove Asia Kate Dillon interpreta un personaggio non binario. “Se crescendo avessi avuto qualcuno come Taylor, in tv” racconta l’attrice, “avrebbe significato molto per me“.

Su Degrassi: The Next Class, Yael (Jamie Bloch) ha detto alla sua amica Lola (Amanda Arcuri) che non si sentiva né ragazza né ragazzo, ma qualcosa “in mezzo”. Lola ha risposto splendidamente, dicendole che poteva essere genderfluid o genderqueer e ha spiegato i due concetti all’amica.

Il reboot di Heathers avrà una Heather lesbica e un altro personaggio genderqueer chiamato Heath.

La presidente della GLAAD, Sarah Kate Ellis, ha accolto questi risultati con gioia, commentando che si tratta di un trend positivo particolarmente necessario nel clima politico attuale. “Di questi tempi, con l’amministrazione Trump che sta cercando di rendere le persone LGBTQIA invisibili, rappresentarle in tutta la nostra diversità in programmi televisivi è essenziale per controbilanciare la situazione, e fare sì che tutta la comunità abbia storie con cui relazionarsi.”

Non potremmo essere più d’accordo!

Diteci, qual è il vostro personaggio LGBTQIA preferito e quale morte vi ha ferito di più?

 

Share Button
Tags

Ahlen

Nerd.

Articoli correlati

1 thought on “Serie TV: non ci sono mai stati così tanti personaggi LGBT come nell’ultimo anno!”

  1. manca la A finale! :)))
    LGBTQI….A!!!!
    Avrebbe dovuto essere Jughead Jones di Riverdale, che speravo trasmettessero presto anche qui.
    Asessuale nel fumetto…
    Invece non lo sarà nel telefilm. Ad un certo punto, gli appioppano una ragazza.
    Ma porcamiseria! :DDD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close