Questo sito contribuisce alla audience di

USA e Gran Bretagna. Più della metà dei giovani non si definisce etero

da Redazione 4.996 visite0

Lesbiche sesso

Ditch The Label, associazione no profit contro il bullismo, ha realizzato un sondaggio tra i giovani negli Stati Uniti e la Gran Bretagna, i cui risultati sono davvero sorprendenti. Il 57% dei ragazzi e delle ragazze intervistate tra i 13 e i 26 anni ha dichiarato di non riconoscersi nella definizione tradizionale di eterosessualità.

Il campione non è vastissimo (1000 i ragazzi intervistati), ma è sicuramente uno spaccato interessante, soprattutto perché i dati si allineano con quelli provenienti da altri sondaggi simili condotti in passato. Le nuove generazioni, infatti, non amano le “etichette”. Il 47% hanno detto di non volersi identificare con nessuno degli orientamenti sessuali usati normalmente: etero, gay o lesbica sono troppo limitanti. 

Il 76%, inoltre, ha affermato che le etichette sono diventate “troppo importanti”, perché “ognuno dovrebbe essere libero di frequentare chi gli pare”. La fluidità è un altro aspetto rilevante: ben il 93% degli intervistati ritiene che sia giusto esplorare la propria sessualità, anche se la maggioranza (il 58%) ha preferenze spiccate per il sesso opposto.

In poche parole, tutte le battaglie legate tanto ai diritti quanto alla visibilità, stanno dando i primi frutti. Come ammette Liam Hackett, fondatore di Ditch The Label:

Penso che dare visibilità alle persone che una volta erano oppresse dalla società ha mandato un messaggio molto chiaro e molto positivo: la sessualità non è una cosa “sporca” o che debba essere nascosta.

Questo è quanto accade negli Stati Uniti e Gran Bretagna. Speriamo solo che i venti di ultra conservatori che soffiano forti su entrambi i paesi non azzerino tutto il lavoro fatto finora. 

Share Button

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata

Puoi usare i tag HTML