Trending

Anche Milano riconosce i bambini nati da due mamme

Dopo Torino, un'altra grande città decide di iscrivere all'anagrafe entrambi i genitori di bambini nati con due mamme o due papà

La community di LezPop

Dopo Torino, anche Milano è pronta a iscrivere all’anagrafe i bambini nati da due mamme. La notizia è arrivata oggi, dopo una serie di richieste fatte all’amministrazione guidata da Beppe Sala. A renderlo noto è l’Assessorato alle Politiche sociali di Milano in una risposta alla lettera pubblicata sul Fatto Quotidiano a firma di Selvaggia Lucarelli. Nella lettera due future mamme milanesi, Corinna e Francesca, chiedevano la possibilità di essere entrambe riconosciute dall’anagrafe.

Si tratta di un passo enorme per il riconoscimento delle famiglie omogenitoriali, per il quale da anni si battono Famiglie Arcobaleno e Rete Lenford – Avvocatura per i diritti Lgbti. «Da tempo entrambe le associazioni sono impegnate nel confronto con le amministrazioni e i tribunali per far crescere la consapevolezza che atti di nascita con due padri e due madri sono pienamente legittimi nel nostro Paese e, anzi, sono atti dovuti» spiegano le due presidenti, Marilena Grassadonia (Famiglie Arcobaleno) e Maria Grazia Sangalli (Rete Lenford).

L’iscrizione all’anagrafe di due genitori dello stesso sesso si può (e si deve) fare

Rete Lenford e Famiglie Arcobaleno hanno realizzato una guida per i Comuni che vogliono iscrivere all’anagrafe bambini e bambine con due madri, nati in Italia, o nati all’estero con due genitori dello stesso sesso, oppure integrare l’atto che riporta un unico genitore. La decisione di Torino prima, e di Milano poi, è la dimostrazione che possono farlo tutte le amministrazioni locali. Basta solo la volontà.

«Con questa guida vogliamo mettere a disposizione dei Sindaci e degli Ufficiali di Sato civile uno strumento tecnico per orientarsi tra sentenze, leggi e precedenti – sottolineano le due presidenti -. Pensiamo che, nonostante il difficile momento politico, il nostro Paese sia abbastanza maturo per compiere questo importante passo di civiltà. Le attuali leggi e le sentenze che si sono susseguite negli ultimi mesi e anni consentono di farlo».

Del resto, estendere i diritti (soprattutto quando si tratta di bambini) può essere soltanto motivo di gioia.

Share Button
Tags

La Mile

Lazy and creative. Proud mommy of an amazing girl pug.

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!