Autista Uber caccia coppia lesbica dopo un bacio: “È illegale”

Uber e la Commissione Taxi di NYC hanno scelto misure drastiche contro l'omofobia

Un autista Uber è finito nell’occhio del ciclone a New York dopo aver cacciato dall’auto di servizio durante una corsa una coppia lesbica che si era baciata sui sedili posteriori.

Avevamo oltrepassato il ponte di Manhattan verso la città. Eravamo sedute separate sui sedili posteriori. Ad un certo punto ci siamo sporte per un bacio sulle labbra, molto breve.

Non subito ma dopo circa cinque minuti è iniziata la scenetta assurda, con l’autista che “accosta l’auto e dice: ‘Non dovreste farlo… non fatelo’” e le obbliga a scendere dal veicolo. Stupite dal trattamento, Emma Pichl e la sua ragazza Alex Iovine hanno iniziato a riprendere in video la scena mentre chiedevano insistentemente all’autista il motivo del gesto. L’uomo insiste più volte sulla presunta illegalità del bacio della coppia lesbica nella sua vettura:

Sì, è illegale. Non lo fai in auto, non è permesso farlo. Non è rispettoso.

Quando si accorge di essere ripreso, l’autista tenta di allungare le mani su una delle due ragazze per afferrare il cellulare con cui sta registrando la scena.

Caccia coppia lesbica dall’auto di servizio, licenziato

Il filmato ha fatto il giro del web e sono arrivati subito provvedimenti nei confronti dell’autista. La Commissione Taxi e Limousine della città di New York  gli ha immediatamente revocato la licenza per lavorare come tassista. Il portavoce della commissione ha definito “ridicolo” il comportamento dell’uomo:

Siamo nel 2018 ed è New York, questo non è più il modo in cui si vive. Si tratta di un gesto inaccettabile e ripugnante che non sarà tollerato.

Uber ha rimosso l’accesso all’app per l’autista omofobo, arrivando a scomodare perfino l’amministratore delegato Dara Khosrowshahi:

Questa è una società aperta e Uber è una piattaforma disponibile per tutti, indipendentemente dal background o dall’orientamento, e questo per noi è sacro. È un episodio spiacevole e faremo di tutto affinché non si ripeta.

Sia Uber che la concorrente Lyft si stanno dando un gran da fare in America per espellere autisti che si macchiano di episodi di omofobia. Tra i casi più scottanti di recente c’erano stati quello di una coppia gay lasciata sulla strada alle 4 del mattino in Texas dopo un bacio in auto e l’aver scacciato in malo modo dall’auto di servizio una delle star del celebre talent americano per drag queen RuPaul’s Drag Race. Il bacio di una coppia non è illegale, la discriminazione omofobica in un servizio aperto al pubblico sì.

Share Button
Tags

Articoli correlati

3 commenti

  1. 20 anni dopo fucking åmål (indimenticabile la scena del bacio nella macchina fermata facendo l’autostop) e siamo ancora qua…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!