Cara Delevingne sposa se stessa per Vogue: “Sono genderfluid”

Per la versione UK della rivista posa in abiti nuziali per tutti gli stili e per tutti i generi...

Cara Delevingne in questi giorni ha posato per Vogue UK in una serie di abiti nuziali tra i più disparati, dal più classico al più strampalato, giocando con il look e con le espressioni di genere. Proprio sulla sua identità di genere Cara si è soffermata più che in passato, rivelando come scoprire di essere genderfluid le abbia cambiato la vita. In passato “fluido” è stato l’aggettivo che la modella-attrice ha spesso usato per definire il proprio orientamento sessuale per l’attrazione non esclusiva verso le donne.

Vicina al traguardo dei 26 anni, Cara ha raccontato così la sua epifania:

Quando ho iniziato a capire che il genere è molto più fluido del “maschile” o “femminile”, è stata una svolta.

Abiti da sposa sì, ma solo per lavoro. Nessun progetto di scegliere una donna sola per la vita…

Ecco un segreto per voi: sapete quelle fiabe e quelle commedie romantiche che ci hanno fatto guardare crescendo? Non sono vere.

Le cose fondamentali non sono scolpite nella pietra. Puoi modellarle, cambiarle, puoi crearci qualunque cosa vuoi. Tutti hanno tappe fondamentali differenti. Non devi per forza sposarti o avere figli.

La felicità a lungo inseguita negli anni turbolenti dell’adolescenza ha lasciato il posto a una Cara più consapevole della sua identità e di quello che vuole.

Da bambina e da ragazza tutto ciò che volevo era far felici gli altri, ma ci ho messo davvero tanto a capire cosa rendeva me felice.

Queste sono le mie tappe fondamentali: i momenti topici della mia vita e le lezioni che ho imparato che mi hanno reso ciò che sono.

Le imperfezioni e i difetti sono cose che la gente cerca di nascondere, ma sono cose che ci rendono ciò che siamo.

Cara Delevingne, sposa genderfluid per Vogue

Nel corso dello shooting “A Bride Less Ordinary” gli abiti da sposa usati da Cara sono stati davvero insoliti, da quello country a uno nero e punk. Ciliegina sulla torta, il momento in cui si sdoppia e sposa se stessa, come una Sue Sylvester d’annata. Enjoy!

Tags

Articoli correlati

2 commenti

  1. cara delevigne è una donna, è evidente che lo è; il suo corpo è femminile e lei ci si riconosce, è una donna. E le commedie romantiche raccontano l’umano non obbligano nessuno a sposarsi e avere figli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!