Trending

Ultima crociata di Salvini: Elsa di Frozen non può essere lesbica

Il leader della Lega Nord getta la maschera e fa un discorso delirante sulle diversità

Se fosse un personaggio letterario o cinematografico, Matteo Salvini in questi giorni potremmo identificarlo in Annie Wilkes, la villain di Misery non deve morire. Già perché il leader della Lega Nord, impegnato nella volata finale della campagna elettorale ha trovato il tempo per rivolgere una dura critica alla Disney. La possibilità di dare alla principessa Elsa una fidanzata nel sequel del popolarissimo lungometraggio d’animazione Frozen ha infatti destabilizzato la testa di serie del populismo di destra. No, questa storyline non può essere mostrata.

Matteo Salvini

Durante un comizio elettorale a Roma Salvini interviene così a gamba tesa nel dibattito intorno al film faticando a contenere quello che davvero pensa del mondo LGBTQ+. Dinanzi seguaci riuniti all’Atlantico Live sentenzia:

Leggevo un articolo surreale venendo qua. Io ho una bimba di 5 anni […] e quindi so tutto di Elsa e Anna. Leggevo che la Disney sta preparando l’uscita di Elsa e Anna per il 2019 e una responsabile Disney ha dichiarato: “Stiamo valutando che Elsa nella prossima edizione potrà diventare gay”. Ora io dico: ognuno fa quello che vuole, però non avete come l’impressione che ci stiano preparando un mondo al contrario dove ha più diritto l’immigrato rispetto all’italiano, dove giocare con due bambolotti maschietto e femminuccia…

Ci sono alcune scuole dove spiegano che non c’è differenza fra maschietto e femminuccia, che siamo tutti uguali. Anzi, basta con ‘ste bambine che giocano con le bambole o i maschietti che giocano a calcio. Ci sono alcune scuole dove ci sono insegnanti deliranti che mettono i bambini a giocare con le bambole e le bambine a giocare a calcio. Ma faranno quello che vogliono queste bambine e questi bambini, ma il buon Dio ci ha fatti diversi gli uni dagli altri. Non possiamo far finta che siamo tutti indistinti, indefiniti. Io son preoccupato e quindi voglio intervenire prima che il mondo sia arrivato da un’altra parte.

Salvini e le preoccupazioni su Frozen – il video

L’unico mondo al contrario che ci sembra di vedere è quello dove Matteo Salvini può essere visto come un esperto dell’infanzia. Il mondo al contrario di chi afferma di sapere tutto di Elsa e Anna ma non ricorda neanche il nome del film, Frozen. Ci sembra un mondo al contrario quello in cui il privilegio è così radicato che ogni passo in avanti nel cammino verso l’uguaglianza sia visto come un inaccettabile atto di sovversione. Il mondo di chi crea gruppi di diversi e subalterni per renderci omologati all’interno.

Vogliamo parlare delle bambine che devono curare le bambole e i bambini che devono giocare a calcio per essere considerati “normali”? C’è da incolpare qualche “perfido” insegnante se una bambina vuole giocare a calcio per diventare la nuova Sara Gama? E sarebbe così sbagliato insegnare agli uomini di domani attraverso il gioco con le bambole a diventare padri premurosi o a prendersi cura dei propri affetti?

Sì, il buon Dio ci ha fatto diversi. Uguali nei diritti ma ognuno con la diversità che ci contraddistingue. Più di tutto però, è una fortuna essere diversi da Matteo Salvini.

Tags

Articoli correlati

19 commenti

  1. Forse abbiamo due concetti diversi del comandare , ovviamente si intende per quanto sia possibile per una minoranza far valere le sue istanze in democrazia, scusa pensa se tutti facessero come voi, io voglio elsa seconda moglie di qualcuno perche sono poligamo, io voglio che uno dei suoi mariti sia gay , io la voglio feticista ,io personalmente vorrei che ci fosse un eroe maschio per i bambini di oggi che non si capisce perche debbano essere bistrattati che colpa ne hanno loro se la disney ha sempre un eroe maschio

    1. Caro Giovanni,
      la poligamia è reato in Italia per cui non può essere paragonata all’omosessualità. Secondo, il feticismo afferisce alla sfera personale e non a quella pubblica, e non può essere paragonato all’omosessualità.
      In poche parole, hai detto un cumulo di sciocchezze. Per cui le risposte te le sei dato da solo.

      1. Quindi pero mi confermi che le associazioni LGBT comandano visto che le altre cose sono illegali o personali , PS e illegale anche avere un personaggio gay e non lesbica o un maschio etero per i bambini maschi che non hanno il diritto di un eroe come tutti
        Mi sembra che quando si arriva al nocciolo della questione ti contraddici
        Ti invio comunque tanto amore mi piace il vostro sito anche quando esagerate

    2. Davvero, probabilmente per fare felici tutti bisognerà realizzare 100+ versioni di un semplice film di animazione (quello con Elsa eritrea, quello con Elsa col velo, quello con Elsa cattolica, Elsa lesbica, Elsa sadomaso ecc). E questo varrà per ogni prodotto dell’ingegno creativo.
      Si tratta di una degenazione della democrazia, in cui ogni minoranza pretende di essere rappresentata nella stessa misura della maggioranza, non contendandosi più di essere tollerata, rispettata, tutelata e venuta incontro.
      Il demagogo di turno gongola mentre persegue i suoi scopi ottenendo fedeltà e voti da parte di minoranze. Si tratta pur sempre di una forma di populismo, non meno becero di quello di Salvini. Egli ci ha abituato a uscite poco ortodosse (specie prima delle elezioni), ma che in questo caso, dopo aver calmato i toni, ha perfettamente ragione.
      Il sogno di cambiare il mondo alla radice con un colpo di scopa, pretendendo di strappare individui dalla maggioranza consolidata (etero e nativi di un Paese), non mi pare nè giusto nè etico. La Disney ha già superato uno stereotipo di genere (Elsa non ha bisogno di un uomo, tantomeno di sposarsi, per abbattere gli incantesimi=le donne non hanno bisogno di un uomo per lavorare e vivere senza procreare) e mi sembra una cosa giusta e corretta. Le bambine possono identificarsi con una eroina ‘single’..perchè devono identificarsi con una eroina diversa da loro, cioè lesbica?

      1. Spiegartelo presupporrebbe un livello di cultura e intelligenza fuori dalla tua portata, ma ci proverò.
        La rappresentazione mediatica della complessità della società (etnia, genere, orientamento, classe sociale, ecc.) dovrebbe passare non attraverso mille versioni di una stessa storia, ma tenendo conto del fatto che se sforni un migliaio di prodotti e ne fai 999 senza un briciolo di diversità, c’è chiaramente un problema.
        Cos’è la “degenazione”? Perché l’unica che conosco è la degenazione maculare senile che è una patologia oculistica.

        “ogni minoranza pretende di essere rappresentata”: ma vedi che ingrati che siamo, non ci basta più non essere ammazzati impunemente all’angolo delle strade, ora pretendiamo di essere trattati come esseri umani. Scommetto che riporteresti volentieri in auge le scuole e le fontane separate per bianchi e neri.

        Ogni tanto un ripasso del vocabolario non farebbe male…

        Perché un’eroina “diversa da loro”? Chi ti dice che:
        – non esistano bambine che già abbiano chiaro di essere lesbiche?
        – che una bambina (indipendentemente se da grande sarà etero, lesbica o bisex) non possa assumere come modello di forza e coraggio una principessa indipendente come Elsa, indipendentemente dal fatto che ami una donna?

        Se avessi un minimo di cultura in merito, sapresti che i social (Tumblr, pagine Fan e gruppi su Facebook, Twitter, ecc.) sono pieni di ragazzine etero che sostengono a gran voce persone o coppie LGBT, sia maschili che femminili. Si identificano in loro nonostante la differenza di orientamento poiché ne ammirano l’impegno sociale, il coraggio e il concetto dell’amore come forza universale contro le vecchie generazioni bigotte.

        You’re welcome.

  2. Chiedo scusa ma se invece di dire lobby gay avessi detto dove comandano le associazioni LGBT spero sarebbe andato bene, qui avete sempre la coda di paglia, il fatto rimane la disney non può inimicarsi il mondo meni pochi paesi America canada Francia Germania Spagna italia Inghilterra Belgio Irlanda forse Giappone per chi chiedeva tanto amore a tutti su

    1. Ah, sì, comandano “le associazioni gay”, bene. Cambia tantissimo così. Fai la lista con i nomi, che voglio ridere anch’io.

  3. uomini e donne, maschi e femmine continueranno a esistere anche se le bambine giocano a calcio (e devono poterlo fare se vogliono) e i bambini con le bambole (e devono poterlo fare se vogliono), nessuno può cambiare questo Salvini si tranquillizzi. Elsa lesbica? perchè no?

  4. Più che altro questa è un impossibilita , elsa non può essere lesbica perche la disney fa cartoni per tutto il mondo , e se facesse una cosa del genere verrebbe boicottata da tutti meno i dieci paesi dove comandano le lobby gay , quindi la realtà è che ha detto una scemenza

      1. Di sicuro non quelli dove comanda la lobby maschio etero, cioè Arabia, Iran… Italia fino agli anni 90, ecc.

        Con la lobby maschio etero sì che i bambini, ma soprattutto le bambine, possono seguire la loro vera natura.
        Ah già, scusate, quando si tratta di sistema imperante non si può parlare di lobby.

    1. Quindi le donne non dovrebbero poter guidare la macchina, chiedere il permesso al padre o al marito per lavorare o fare un viaggio?
      Bene, se questo è il suo pensiero, le consiglio di trasferirsi in uno di quei paesi della lobby “maschio eterosessuale”, perché in Italia – lo sancisce la Costituzione (nel caso se la vada a leggere) – il suo pensiero non è accettabile.

      1. Non sono il tizio di prima, ma una lezpoppa che ha provato a fargli vedere i controsensi del suo punto di vista.
        Ps: ma non li vedete gli indirizzi IP?
        Pps: ma era così difficile da capire?

        A volte mi lasciate perplessa.

      2. Scusa Hkifj, ma in questi giorni abbiamo ricevuto tantissimi commenti da parte di persone particolarmente “aggressive” (per usare un eufemismo) e ho preso una gran cantonata (in effetti, mi sembrava un po’ strano, ma davvero ci hanno scritto di tutto su questa storia di Elsa).
        Ancora scusa :)

    2. Adesso voglio la lista dei 10 paesi dove comanda la lobby gay. Almeno lì non correrei il pericolo di leggere baggianate come “lobby gay”.

  5. mio dio che tristezza… a che punto siamo arrivati… in effetti salvini sembra proprio il cattivo di un film disney, un incrocio fra ursula, frollo e gaston. nei cartoni i cattivi fanno sempre una brutta fine, speriamo che se ne renda conto… tristezza, pena e disgusto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!