Dal Parlamento Europeo i lacci rainbow per i Mondiali 2018 [VIDEO]

Il gruppo dei parlamentari Europei per i diritti LGBT ha spedito a tutte le nazionali di calcio che partecipano a Russia 2018 dei lacci rainbow per sensibilizzare l'opinione sui diritti LGBT

I Mondiali di Calcio 2018 sono iniziati ieri con la prima partita, Russia-Arabia Saudita. L’Italia non parteciperà, ma questa è un’altra storia. Il vero problema è che nel paese ospitante, la Russia appunto, l’omofobia è sostenuta dallo stato.

Nonostante l’omosessualità non sia punita col carcere, dal 2013 vige una legge che rende impossibile parlare di questioni LGBT, perché ritenuta propaganda di uno «stile di vita non tradizionale». Allo stesso modo è impossibile organizzare Pride (sono vietati praticamente in tutte le grandi città russe) o denunciare atti di omofobia. Senza contare l’appoggio del Cremlino al governo ceceno, dove lo scorso anno sono stati organizzati dei veri e propri campi di deportazione per i gay.

Nemmeno il tempo di fischiare il calcio di inizio che un tifoso francese – O. Davrius – e il suo compagno, sono stati brutalmente aggreditimentre cercavano di prendere un taxi a San Pietroburgo. e le stesse federazioni calcistiche hanno invitato i tifosi LGBT a non mostrare in pubblico il propio orientamento sessuale.

Mondiali in Russia, prima aggressione omofoba su tifosi gay

La risposta del Parlamento Europeo

Una risposta è arrivata però dal intergruppo del Parlamento Europeo sui diritti LGBT: sono stati impacchettati e inviati a tutte le nazionali di calcio che partecipano ai Mondiali dei lacci rainbow. Lacci che saranno distribuiti anche durante i Pride italiani. Ecco l’annuncio di Daniele Viotti, europarlamentare PD, da anni attivista per i diritti civili:

Oggi, con le colleghe e i colleghi dell’European Parliament Intergroup on LGBTI Rights abbiamo impacchettato i lacci rainbow che spediremo a tutte le nazionali di calcio a Russia 2018. Questo fa parte della campagna #supportallcolours per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla situazione dei diritti umani in Russia, dove la comunità LGBTI subisce discriminazioni e persecuzioni.

Li distribuiremo anche ai prossimi Pride, quindi veniteli a prendere!

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!