Diritti civili. L’Uruguay approva una legge rivoluzionaria per le persone trans

Mentre negli USA Trump attacca nuovamente la comunità LGBT+, in Uruguay viene approvata una delle leggi più avanzate per le persone transgender

Giovedì 18 ottobre, la Camera bassa dell’Uruguay ha approvato una legge in grado di garantire diritti alle persone transessuali, quale la possibilità di autoidentificazione nei documenti ufficiali. La nuova legge, che era già stata approvata dal Senato, consente alle persone trans di utilizzare il loro genere d’elezione e cambiare il nome legale senza bisogno di passare da un giudice. Stabilisce inoltre che sia lo Stato a finanziare la chirurgia e il trattamento ormonale per la rassegnazione del genere.

La legge garantisce alle persone transessuali il ​​«libero sviluppo della personalità in base all’identità di genere prescelta, indipendentemente dal loro carattere biologico, genetico, anatomico, morfologico (o) ormonale». Il governo, inoltre, ha deciso di istituire un fondo pensionistico per le persone transgender nate prima del dicembre 1975, come forma di risarcimento per coloro che sono stati perseguitati dalla dittatura militare che nel paese ha governato dal 1973 al 1985.

Si tratta di un testo molto avanzato, soprattutto se pensiamo che in Uruguay le persone transgender possono cambiare i proprio documenti legalmente solo dal 2009. Colpisce anche il fatto che smentre un paese sudamericano si schieri dalla parte delle persone transessuali, negli Stati Uniti il presidente Trump stia preparando una ridefinizione del genere sui documenti ufficiali per escludere le persone trans.

Share Button
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!