Eurovision 2018, la Cina censura l’esibizione gay dell’Irlanda

E in Russia la ballata gay diventa una canzone "sull'amicizia fra veri uomini"

Martedì scorso è partita l’edizione 2018 dell’evento musicale più inclusivo, arcobaleno e camp che ci sia: il mitico Eurovision Song Contest. Una delle esibizioni più attese dalla comunità LGBT era quella di Ryan O’Shaughnessy per l’Irlanda, una romantica ballata sulla fine di un amore. Nel videoclip ufficiale si chiariva infatti che l’amore raccontato nel testo era fra due ragazzi gay.

Eurovision Song Contest 2018. La Russia potrebbe boicottare l’Irlanda perché presenta una canzone gay

In Cina la performance di “Together (Insieme) è stata completamente censurata dalla Hunan TV, che aveva acquisito i diritti per trasmettere la manifestazione attraverso il servizio di streaming online Mango TV. Per le leggi cinesi non è permesso trasmettere in TV o su internet rappresentazioni di “relazioni e comportamenti sessuali anomali, come incesto, relazioni omosessuali, perversioni sessuali, aggressioni sessuali, abusi sessuali, violenza sessuale, ecc.“. Durante l’esibizione i ballerini Kevin O’Dwyer e Alan McGrath interpretavano i protagonisti della storia omosessuale, con il pubblico internazionale presente a Lisbona in visibilio.

Censura Eurovision bandiere arcobaleno in Cina

La canzone irlandese (che ha superato la semifinale e sarà riproposta nella finale di sabato 12 maggio) non è stato l’unico momento censurato in Cina. Ogni fotogramma in cui compariva una bandierina arcobaleno (tanti nel pubblico per tradizione le sventolano durante la manifestazione) è stato ritoccato affinché risultassero sfocate. Bando totale anche all’esibizione dell’Albania per la legge che proibisce di mostrare tatuaggi nei media.

Eurovision Song Contest 2018, censura light in Russia sull’Irlanda

Il Regolamento dell’Eurovision Song Contest impone a tutti i Paesi partecipanti di trasmettere l’evento integralmente e senza censure, pena sanzioni sulla partecipazione. La Cina – non prendendo parte direttamente al concorso – non sarà ovviamente sanzionata. In tema di Paesi dove l’omofobia è di casa, c’era molta attesa anche sull’atteggiamento che avrebbe tenuto la Russia, la quale aveva minacciato di boicottare l’esibizione irlandese in TV. Per non incappare in sanzioni dall’organizzazione alla fine l’esibizione è stata trasmessa in tutto il suo splendore. Pare però che durante la trasmissione televisiva il commentatore russo abbia tenuto a precisare prima dell’inizio della performance che il tema della canzone fosse l’amicizia fra veri uomini. E su questa definizione tragicomica stendiamo un velo pietoso.

Share Button
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!