Evan Rachel Wood: “Per la prima volta ricevo lo stipendio dei colleghi uomini”

Nello showbiz americano crescono gli esempi di parità salariale

Il dibattito scatenato nello showbiz americano a partire dalle denunce di molestie sessuali (#MeToo e #TimesUp) sulla disparità uomo-donna, sta anche investendo la questione salariale. Dopo i tanti scandali venuti alla luce sulla differenza enorme di retribuzione fra uomini e donne per ruoli di pari peso, molte star hanno chiesto garanzie economiche di equità. Steven Spielberg di recente ha sottolineato come nei suoi ultimi film abbia preteso di annullare il gender gap retribuendo nella stessa misura attori e attrici. Adesso anche il network HBO ha intrapreso un percorso di riequilibrio delle disparità e per la terza stagione della serie Westworld ha offerto a Evan Rachel Wood lo stesso compenso dei colleghi Ed Harris e Anthony Hopkins. La decisione ha sorpreso la stessa attrice:

Penso che sono arrivata solo ora al punto in cui vengo pagata nella stessa misura dei miei colleghi maschi. Appena mi hanno detto: “Ehi, riceverai un compenso alla pari” mi stava venendo da piangere. Pensavo: “Non sono mai stata pagata quanto i miei colleghi uomini… mai”. Lotto sempre per questo. Per Westworld lo capivo, si trattava di Anthony Hopkins e Ed Harris. Ora però penso che stiamo facendo lo stesso lavoro, un duro lavoro.

Evan Rachel Wood grata alla HBO per la parità salariale

La mossa della HBO sta generando una pubblicità positiva portata avanti dalle stesse donne che finalmente vengono riconosciute alla pari degli uomini. Evan Rachel Wood si è unita al coro evidenziando che i tentativi del network di riallinearsi secondo una prospettiva egualitaria sono concreti:

Stanno davvero provando a rendere le cose uguali, cercando di fare la cosa giusta. Questa è la prima volta che qualcuno dimostra qualcosa come: “Ehi, avrai questo. E te lo meriti”. Ed è stato bello.

Qualche settimana fa il presidente della HBO Casey Bloys aveva parlato pubblicamente della riforma delle politiche di retribuzione. Fra le spinte decisive il manager ha citato proprio il movimento #TimesUp e il lavoro di sensibilizzazione svolto dall’attrice Reese Witherspoon. Evan Rachel Wood e le altre attrici ringraziano!

Evan Rachel Wood parla della sua bisessualità: «La visibilità genera speranza». VIDEO

Tags

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!