Ex primatista mondiale nella corsa a ostacoli fa coming out dopo 10 anni

Come si combatte l’omofobia nel mondo dello sport? Con gli atleti che trovano il coraggio di fare coming out. Colin Jackson è un ex campione britannico del 110 a ostacoli (stabilendo anche un record mondiale imbattuto per tredici anni).

Nel 2006 uno stewart di linea con cui aveva una storia aveva dichiarato la loro relazione al tabloid News of The World, portando Jackson a negare pubblicamente e a definirsi per moltissimi anni etero. Nel 2008 rilasciò addirittura una intervista su quanto si godesse la vita da etero single. 

Ma oggi, dopo undici anni, Jackson ha trovato il coraggio di fare coming out con il pubblico mentre era ospite del programma svedese Rainbow Heroes. L’atleta, ora cinquantenne, si è confrontato con due ex campioni svedesi Kajsa Bergqvist (salto in alto) e Peter Häggström (salto in lungo), entrambi omosessuali dichiarati, raccontando di aver negato la propria omosessualità al pubblico perché «non volevo che fosse fatto del sensazionalismo sulla mia storia» ha raccontato Colin durante la trasmissione, «ma il modo in cui voi me lo avete chiesto mi ha dimostrato che eravate interessati solo a capire come questo mi avesse colpito a livello sportivo e come mi avesse influenzato emotivamente». 

Ora Colin Jackson, che si è ritirato nel 2003, è un commentatore sportivo per la BBC. Ed è soprattutto la dimostrazione che prima o poi non c’è niente di più bello che vivere apertamente il proprio orientamento sessuale.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!