Facciamo sentire la nostra voce. Il questionario UE per migliorare la vita delle persone LGBTI

La ricerca dell'Unione Europea sulle persone lesbiche, gay, bisessuali, trans, intersex, non binarie e di genere non conforme per migliorare le nostre vite

Per ottenere politiche a difesa della comunità LGBTI è necessario conoscere quali sono le difficoltà, i problemi e le opportunità per gay, lesbiche, bisessuali, persone trans e intersex. Nell’Unione Europea, i media raccontano poco, e spesso in maniera poco accurata, le vite delle persone LGBTI. Anche perché si tratta di una comunità variegata, all’interno della quale ci sono dei “sottogruppi” che faticano a far sentire la propria voce.

Del resto, sappiamo benissimo che per le donne, lesbiche e bisessuali, l’omofobia si declina in maniera diversa rispetto agli uomini, gay e bisessuali. La discriminazione maggiore della società nei confronti di lesbiche e bisessuali è l’ invisibilità, la negazione stessa del nostro orientamento sessuale (pensate a quanti modi, anche dialettali, ci sono per insultare un uomo che ama un altro uomo, e quante persone invece considerano la stessa parola lesbica un’offesa). Ed è per questo che raccontare le nostre vite è fondamentale.

Il questionario dell’Unione Europea per migliorare le nostre vite

In tal senso, l’Agenzia dell’Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) ha lanciato un sondaggio destinato alla comunità LGBTI in tutta l’Unione con un questionario on-line per raccogliere i pareri di persone gay, lesbiche, bisessuali, transgender e intersessuali che vivono nell’Unione Europea, in Serbia o nella Macedonia del Nord e abbiano un’età pari o superiore a 15 anni.

La partecipazione è importantissima. Le risposte verranno trattate in modo anonimo, affinché nessuno possa riconoscerle quando saranno presentati i risultati. In base ai risultati del sondaggio, i decision makers a livello nazionale ed europeo, nonché le organizzazioni non governative, saranno in grado di orientare meglio le loro strategie ed attività di promozione e sostegno delle comunità LGBTI per la creazione di una società libera dalle discriminazioni, in cui si possa vivere ed esprimersi liberamente.

Si tratta del secondo questionario (il primo era stato realizzato nel 2012) realizzato dall’Unione Europea per raccogliere le esperienze delle persone LGBTI. Bastano pochi minuti e ognuno di noi potrà contribuire al cambiamento nella vita delle persone LGBTI, in Italia e in tutta l’Unione Europea.

Partecipa sondaggio sulle persone LGBTI dell’Unione Europea

Tags

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!