Fedez gay: il sondaggio Instagram di Chiara Ferragni non è “curioso” è triste.

Chiara Ferragni lancia un sondaggio sulla chiacchierata omosessualità di Fedez e non è divertente, ma raccapricciante.

Chiara Ferragni è uno dei personaggi più amati/odiati di oggi e lo stesso vale per il suo futuro marito, Fedez. Entrambi hanno fatto carriera dal nulla, cavalcando l’onda dei tempi, lei prima fashion blogger, poi imprenditrice, lui rapper e poi produttore. Su loro due come personaggi famosi si potrebbe dire tanto, ma poco ci importa ai fini di quello che è accaduto e che ci interessa. Partiamo solo dall’assunto che, vi piacciano o no, sono due dei personaggi italiani più conosciuti e seguiti in Italia e nel mondo.

Entrambi, in più di un’occasione o con il loro lavoro o con le loro dichiarazioni, hanno dimostrato vicinanza alle tematiche lgbt per cui non sono mai entrati in conflitto su questi temi. Peccato che Chiara Ferragni abbia deciso di “scherzare” e creare un sondaggio su Instagram dal titolo “Fedez è gay”?

Per inciso per chi non lo sapesse, nel mondo gay l’orientamento sessuale di Fedez è molto discusso, in tanti osservando come si pone hanno sollevato qualche dubbio, ma il cantante non ha mai risposto a queste dicerie, anzi è sempre rimasto tranquillo al suo posto, come se fosse superiore, visto che per fortuna essere gay non è un’offesa.

Evidentemente tanto tranquilla al riguardo non è la Ferragni, che molto furbescamente ha deciso di cavalcare quest’onda per conquistare migliaia di click, commenti e chiacchiere in più, ma senza rendersi conto di cosa tutto questo potesse davvero generare.

Partiamo da un presupposto: se Fedez fosse gay e si stesse per sposare con lei, loro due avrebbero un problema, ma lo avremmo tutti noi. Se Fedez fosse gay e Chiara lo sapesse tanto da permettersi di ironizzare così sulla cosa, starebbero avvallando tacitamente i matrimoni di copertura. Ne esistono ancora tanti, troppi oseremmo dire in Italia, alcuni per incapacità di viversi appieno la propria sessualità, altri “obbligati” dallo stigma di una società ancora troppo omofoba.

Se invece Fedez fosse gay e ancora non lo sapesse, per cui il suo amore per Chiara al momento fosse reale, questo si chiamerebbe outing, altra piaga sociale dei paesi omofobi, dove “sputtanare” il prossimo ormai sembra uno sport.

Se infine Fedez non è gay, come tutti alla fine immaginano, questo sondaggio non è “curioso” come lo definisce il Corriere, ma è una str***ata, il cui fine è far ancora più soldi grazie alla morbosità che la parola gay genera.

Se fossimo un paese dove l’omofobia non esiste e tutti fossimo liberi di amare chiunque indifferentemente, questo video ci farebbe fare una sana risata o lo troveremmo banale. Ma nell’Italia di Chiara e Federico – la stessa che li reputa “incapaci” solo perché hanno avuto successo grazie al web – questo sondaggio fa emergere il voyeurismo pruriginoso e l’omofobia più becera.

Chiara, per i primi 10 secondi poteva anche esserti sembrata una genialata, ma in realtà è una pugnalata nella schiena di tutti i tuoi fan LGBT. Poteva essere l’occasione giusta invece per parlare di omosessualità e omofobia in modo diretto da parte di due volti noti.
Potevate raccontare com’è sentirsi additare da parte di sconosciuti solo perché qualcosa può far apparire altro da chi che si è davvero, e avreste potuto farlo come coppia, come personaggi e come persone. Ma non è andata così.

E’ vero che una Instagram Stories vive solo 24h e che i commenti da leoni da tastiera qualche giorno o poco più. Ma se la smettessimo di dar solo aria alla bocca e voce alle viscere e iniziassimo a ragionare su ciò che pubblichiamo, commentiamo e su cosa vogliamo davvero trasmettere, forse i messaggi importanti resterebbero e sarebbero tanto utili a chi crede in queste persone, che siano loro etero, omosessuali, bisessuali, transessuali.

Share Button

Arianna P

Aspirante yogi e non sto parlando dell'orso :)

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!