Giornata mondiale contro l’omofobia. A Siena con Polis Aperta per formare le forze dell’ordine

La community di LezPop

In assenza di una legge in grado di tutelare le persone omosessuali, bisessuali e transgender dai crimini d’odio, formare le forze dell’ordine è essenziale. Questo è il fine dell’iniziativa organizzata da Polis Aperta – associazione di persone omosessuali e transessuali che lavorano nelle forze di polizia e nelle forze armate – e dal Movimento Pansessuale (Arcigay Siena), che si terrà il 16 maggio all’interno di Palazzo Patrizi a Siena.

A centro dell’incontro, aperto a tutti i cittadini, ci sarà la formazione di chi opera all’interno delle forze dell’ordine al fine di garantire il supporto necessario nelle prime fasi dell’intervento a tutela delle vittime di omo-transfobia. A cominciare da una riflessione su come abbattere i pregiudizi attraverso un uso corretto delle parole.

Interverranno: Giuseppe Tomai, Psicologo, Psicoterapeuta, Socio-Formatore AICO; Angelina Gerardi, Sociologa e Counselor, Associazione Atelier Vantaggio Donna; Cristina Di Loreto, Psicologa, Psicoterapeuta e Criminologa; Lidia Mariniello, Sociologa e Criminologa. Per OSCAD (Osservatorio per la sicurezza contro gli atti discriminatori) interverrà Emmanuele Valente, Luogotenente dell’Arma dei Carabinieri. Modera Gabriele Guglielmo, neo Presidente di Polis Aperta.

L’evento è inserito all’interno del Toscana Pride che quest’anno si terrà proprio a Siena, il 16 giugno. Per maggiori informazioni, potete andare sulla pagina Facebook dell’evento.

Share Button
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!