Trending

Gran Bretagna. Sempre meno persone si definiscono etero

Secondo il report dell'Office of National Statistics britannico diminuisce il numero di persone che si definisce etero, soprattutto tra i giovani

Secondo il report dell’Office of National Statistics britannico, sempre meno persone si definiscono eterosessuali. Nel 2012, il numero di persone che si definivano eterosessuali era il 94,4%, nel 2017 la percentuale è scesa al 93,2%. Ciò significa che, se nel 2012 le persone gay, bisessuali o lesbiche erano circa 950mila (l’1,5% della popolazione), nel 2017 questa cifra sale a 1,1milione (il 2% della popolazione).

Aumenta anche la fetta di popolazione che preferisce non identificarsi in nessuna di queste categorie, ma sceglie le opzioni “altro” oppure “non so”. Secondo i dati dell’Office od National Statistics, sono maggiormente gli uomini (2,3%) che si identificano come gay o bisessuali rispetto alle donne (1,8%).

Nella divisione per fascia d’età, come era prevedibile, sono i più giovani a definire il proprio orientamento come sessuale omosessuale o bisessuale. Secondo Paula Guy, che ha curato il report, «il 4,2% di persone di età compresa tra i 16 e i 24 anni si identifica come gay, lesbica o bisessuale, una percentuale più alta rispetto ad altre fasce d’età».

Le persone LGB sono single

Nel report vengono riportati anche dei dati rispetto al matrimonio egualitario (in vigore in Inghilterra dal 2014). La maggior parte delle persone gay, lesbiche o bisessuali non sono sposate e non si sono mai unite civilmente (il 69,4%). Questo, secondo gli analisti del report, potrebbe essere dato dal fatto che la possibilità di sposarsi o di unirsi civilmente rappresenta una conquista relativamente nuova. «Circa 7 persone su 10 della popolazione lesbica, gay o bisessuale è single, e non si è mai sposata o ha registrato un’unione civile. Questo riflette la struttura di età più giovane di questa popolazione per le quali la possibilità di matrimonio per le coppie dello stesso sesso è relativamente nuove».

Secondo lo studio, infatti, l’età media degli uomini gay e bisessuali sposati è molto più alta rispetto agli uomini eterosessuali. Mentre, la maggior parte dei divorzi di coppie dello stesso sesso è composta maggiormente da donne, circa il 78%.

Share Button
Tags

Articoli correlati

3 commenti

      1. non sono ancorato a nulla, sono favorevole al matrimonio same sex e alle adozioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!