Hard Out There di Lily Allen e la parodia del pop slut (maschilista)

lily-allen-hard-out-there

Lily Allen mi è sempre stata simpatica. Bella in carne, senza troppi fronzoli e – soprattutto – britannica (eh sì, vi confesso che l’accento di Sua Maestà ha sempre un certo effetto su di me). Nei momenti di stress, al lavoro per anni ho canticchiato Fuck You, trovando il ritornello perfetto per dar sfogo alla mie frustrazioni senza dare troppo troppo nell’occhio. Ora che è uscita con il nuovo singolo Hard Out There la simpatia è aumentata.

Perché? Beh, video e testo della canzone sono una serie di stoccate nei confronti delle reginette del pop-slut (leggi Miley Cyrus e Rihanna), mentre la fantastica scena in cui dimena – in maniera anche un po’ sgraziata – sotto la mega scritta Lily Allen has a baggy p*ssy (Lily Allen ha la f**a larga) è una presa per i fondelli – bella diretta – al famigerato video di Robert Thicke, Blurred Lines, dove – nella versione non censurata – era possibile vedere una semi-nuda modella che sculettava sotto la scritta: Robert Thicke has a big dick (cliccare qui per credere).

Ecco il testo e la traduzione, entrambi presi da qui:

I suppose I should tell you
what this bitch is thinking
you’ll find me in the studio
we’re not in the kitchen
I won’t be braking about my cars
or talking about my trains
I don’t need to shake my ass for you because I’ve got a brain

If I told you about my sex life
You call me a slut
but boys be talking about their bitches
no one is making a fuss
there’s a glass ceiling to brake – uh uh
there’s money to make – uh uh
and it’s time to speed it up
cuz I can’t move in this place

Sometimes is hard to find the words to say
I’ll go ahead and say it anyway
Forget your balls and grow a pair of tits
is hard, is hard, is hard out here for a bitch

You’re not a size six and you’re not good looking
You better be rich or be real good at cooking
You should probably lose some weight
cuz we can’t see your bones
You should probably fix your face
Or you’ll end up on your own

Don’t you want to have some body
who object to fires you
have you thought about your butt who’s gonna tear it in two?
we’ve never had it so good – uh uh
we’re out of the woods – uh uh
and if you can’t detect the suckers you’ll be misunderstood

Sometimes is hard to find the words to say
I’ll go ahead and say it anyway
Forget your balls and grow a pair of tits
is hard, is hard, is hard out here for a bitch

Bitch, bitch, bitch, bitch
Bitch, bitch, bitch, bitch
Bitch, bitch, bitch, bitch
Bitch, bitch, bitch, bitch

In a quality promise that is here to stay
who has trusted the injustice that is going away
In a quality promise that is here to stay
who has trusted the injustice that is going away

Sometimes is hard to find the words to say
I’ll go ahead and say it anyway
Forget your balls and grow a pair of tits
is hard, is hard, is hard out here for a bitch

******

Credo di doverti dire
cosa pensa questa str*nza
mi troverai in studio
non siamo mica in cucina
non frenerò le macchine
non parlerò di treni
non devo muovere il c*lo per te perché ho un cervello

se ti parlo della mia vita
mi dai della p*ttana
ma i ragazzi che parlano delle loro tr*ie
nessuno fa una piega
c’è un vetro da rompere – uh uh
ci sono soldi da fare – uh uh
è tempo di sbrigarsi
perché non posso muovermi in questo posto

A volte è difficile trovare le parole per dirlo
ci proverò e lo dirò comunque
dimenticati le palle e fatti crescere un paio di ette
è dura, è dura, è dura qui fuori per una str*nza

Non sei una taglia 38 e non sei carina
o sei ricca o sei brava a cucinare
dovresti perdere qualche chilo
perché non riusciamo a vederti le ossa
dovresti sistemarti la faccia
o finirai da sola

Non vuoi avere qualcuno
che vorrebbe licenziarti
hai pensato che il tuo cul*ne si spaccherà in due?
non abbiamo fatto abbastanza bene
siamo fuori dai boschi
e se non riconosci gli idioti sarai incompreso

A volte è difficile trovare le parole per dirlo
ci proverò e lo dirò comunque
dimenticati le palle e fatti crescere un paio di ette
è dura, è dura, è dura qui fuori per una str*nza

str*nza str*nza str*nza str*nza
str*nza str*nza str*nza str*nza
str*nza str*nza str*nza str*nza
str*nza str*nza str*nza str*nza

nella promessa di qualità che è qui per restare
chi ha creduto all’ingiustizia che stesse sparendo?

A volte è difficile trovare le parole per dirlo
ci proverò e lo dirò comunque
dimenticati le palle e fatti crescere un paio di ette
è dura, è dura, è dura qui fuori per una str*nza

lily allen bag pussy

Tags

Articoli correlati

7 commenti

    1. mi cogli di sorpresa, perché non ci vedo nulla di razzista, a meno che tu non intenda il colore della pelle delle donne che ballano nel video. E lì, penso che il riferimento sia proprio ad una certa cultura black-maschilista. Almeno, così credo.

      1. Intendo in modo abbastanza inconsapevole, mi sembra sostituisca involontariamente lo stereotipo di blurred lines (maschi vestiti vs femmine nude) con un’altro (british bianca vestita e composta vs ragazze in maggioranza afro seminude che fanno twerking). Certo che non l’avrà fatto apposta, ma il risultato è un po’ gaffe, non bisogna dimenticarsi che ci sono anche altri rapporti di potere oltre al maschilismo :-( poi I don’t need to shake my ass for you because I’ve got a brain, perché farlo dovrebbe essere per forza un segno di mancanza di cervello?
        Nel frattempo ho guardato un po’ in giro, è stata criticata http://blackinasia.tumblr.com/post/66815998717/lily-allens-racist-new-music-video-hard-out ma ha risposto che non ballava come loro perché non è capace e si sentiva a disagio… mmmm…

      2. Non saprei, ammetto di non averci visto questo tipo di razzismo, almeno non in maniera così esplicita (tra l’altro sul finire del video c’è una fantastica donna bianca bionda tatuata e tondetta che si sbatte ed è fantastica). Comunque, per l’ultima frase di Lily Allen “che non ballava come loro perché non è capace e si sentiva a disagio”, io posso solo volerle ancora più bene ;)

      3. io gliene vorrò un po’ meno, ma che ci vuoi fare d’altronde lo dice anche il testo: it’s hard out here for a b_tch :|

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!