Trending

I leader del Family Day ricevuti da Fontana e da altri ministri leghisti

I leader del Family Day cercano e trovano la sponda nei ministri leghisti per portare avanti le loro battaglie contro aborto e famiglie arcobaleno

È una battaglia che non conosce sosta. Con un Governo così a destra (quella destra omofoba e bigotta) diventa una battaglia necessaria. Qualche giorno fa, infatti, i leader del Family Day, Massimo Gandolfini, portavoce del Comitato Difendiamo i nostri figli, insieme a ProVita, rappresentato dal presidente Toni Brandi e Generazione Famiglia, nelle persone di Jacopo Coghe, Giusy D’Amico, Maria Rachele Ruiu, hanno incontrato il Ministro della Famiglia Lorenzo Fontana, il Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti e il sottosegretario all’Interno, Nicola Molteni.

Inutile sottolineare quali siano stati i temi toccati durante il triplice incontro. Ma a darne testimonianza sono le pagine dei gruppi che ruotano attorno al Comitato del Family Day. Secondo Manif Pour Tous «sono stati vari i temi trattati nell’incontro, è emersa infine la proposta di rilanciare un patto educativo tra scuola e famiglie che escluda ogni forma di colonizzazione ideologica».

Secondo quanto riportato da Gaynews, Gandolfini ha parlato di «incontri fruttuosi con esponenti del governo per tutelare la famiglia», al fine di costruire «più efficace collaborazione sul fronte della promozione della natalità e della cultura della vita, della libertà educativa e del diritto dei bambini ad avere un papà e una mamma». Temi che ormai conosciamo bene e che spaziano dalla battaglia contro l’aborto, al tentativo di disconoscere, sia giuridicamente che socialmente, le famiglie arcobaleno, fino al loro storico cavallo di battaglia “contro l’ideologia gender”

.

Per fermare l’omofobia c’è bisogno di tutti

La risposta a questi signori la affido alle parole di Alessia Crocini di Famiglie Arcobaleno, che si rivolge a tutti i genitori, affinché venga difesa la laicità dello Stato e la possibilità per tutti, soprattutto per i bambini, di crescere in una società inclusiva:

Questo è il governo Lega-M5S.
Un ministro della Famiglia, dichiaratamente omofobo, razzista e antiabortista, riceve insieme al ministro dell’Istruzione il ras del Family Day Massimo Gandolfini.
Cari genitori eterosessuali, parlo a voi perché noi genitori gay e lesbiche purtroppo siamo abituati a stare in prima linea e tentiamo di dare ai nostri figli e figlie gli strumenti per difendersi dal bullismo e dalle discriminazioni, quindi cari mamme e papà ETEROSESSUALI, care “FAMIGLIE TRADIZIONALI”, alzate la guardia anche voi.
L’ingerenza di questo “cattolicesimo” di estrema destra è un pericolo per tutti i nostri figli.
Se vostro figlio maschio non ama giocare a calcio è subito etichettato come gay, se vostra figlia non ama il rosa è lesbica, se vostro figlio ha il colore della pelle diverso o gli occhi orientali è uno che deve tornare a casa sua, se vostra figlia non fa religione è emarginata.
QUALUNQUE tipo di diversità verrà sempre più perseguitata e ostracizzata se lasciamo che questi signori stringano le loro sante alleanze (LEGA+PROLIFE+ESTREMA DESTRA) e prendano possesso della scuola pubblica che dovrebbe essere laica e di tutti.
Non abbassate la testa, se non siete credenti non fate fare religione ai vostri figli e PRETENDETE le ore alternative obbligatorie per legge.
Denunciate l’omofobia nelle scuole, denunciate il razzismo, fate squadra con altri genitori non invasati.
Non credete alla BUFALA del GENDER inventata a tavolino dal Vaticano per bloccare qualunque tipo di legge per i diritti delle persone LGBTQI, per vietare l’aborto e ricacciare le donne in cucina.
Famiglie Arcobaleno NON difende solo i figli e le figlie di gay, lesbiche e trans, difende tutti i figli e le figlie dal razzismo, dall’omofobia, dal classismo, dall’integralismo religioso, dalla xenofobia.
Fate RESISTENZA contro questa nuova INQUISIZIONE e fatela con noi.
A breve vi dirò come partecipare attivamente con un semplice gesto.

Share Button
Tags

La Mile

Lazy and creative. Proud mommy of an amazing girl pug.

Articoli correlati

Un commento

  1. una bambina che gioca a calcio esercita un suo diritto come una che fa danza. le figlie etero non sono tradiziobali sono solo di più numericamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!