Il lesbismo è (anche) una questione di genere

Avete presente Rosie O’Donnell, la donna che ha recitato in Ragazze vincenti assieme a Madonna, che in Queer as folks (USA) ci ha provato con prima fag hag mum della storia, che è apparsa in Will & Grace, Giudice Amy, Ally MCBeal, La tata, Beverly Hills 90210, Nip/Tuck, Drop Dead Diva (no, non mi sono lasciata prendere la mano)?

Ebbene, anche Rosie O’Donnell, che lo scorso dicembre ha reso noto il fidanzamento con Michelle Rounds (in foto), di recente ha dovuto fare i conti con l’omofobia come molte altre donne. La sera del Superbowl, infatti, un improvvisato predicatore l’ha insultata per strada, definendola una sporca lesbica sulla via per l’inferno. Una scena purtroppo poco originale, immortalata però questa volte dalle telecamere, che probabilmente hanno contribuito a mantenere i toni bassi e ad evitare aggressioni più dirette. Ecco il video:

Oltre le solite minacce di dannazione eterna e all’utilizzo del termine lesbica come un insulto, lo sconosciuto non resiste a chiudere la filippica con una frase che suona a metà fra un’esortazione e un ordine, che forse mi ha fatto inorridire ancora più del resto: va a casa a fare i piatti, quello è il tuo compito.

Certo, una lesbica è aberrante perché osa voler uscire dal suo ruolo prestabilito, dai compiti di moglie e madre, dalle aspirazioni di casalinga, dai dilemmi su come smacchiare il colletto di una camicia o quali fazzoletti intonare al centrotavola per la cena del venerdì.

Alla faccia di chi dice che del femminismo non c’è più bisogno, e di chi sostiene che si possa essere lesbiche e non femministe, c’è ancora così tanta strada da fare per non sentire più una frase del genere che la luce alla fine del tunnel quasi non si vede.

Immagine presa qui.

Tags

Articoli correlati

7 commenti

  1. Da ex “madonnnara” me la ricordo per Ragazze Vincenti :)
    E purtroppo certi “predicatori” non smettono mai di regalarci uscite disgustose come questa…

  2. >>Alla faccia di chi dice che del femminismo non c’è più bisogno, e di chi sostiene che si possa essere lesbiche e non femministe

    ? e chi lo dice? Anzi!

    Bell’articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!