Il Papa incontra lo studente francese picchiato per aver difeso una coppia gay

Nel 2016 era stato gravemente ferito mentre provava a difendere una coppia gay da un gruppo di ragazzi. Qualche giorno Marin fa è stato ricevuto dal Papa

Questa settimana, Papa Francesco ha incontrato in privato lo studente francese gravemente ferito, nel 2016, mentre proteggeva una coppia gay da un gruppo di aggressori.

«Un incontro incredibile con un uomo eccezionale» ha scritto Marin nella didascalia della foto con il Papa, pubblicata sulla pagina Facebook dell’associazione Je soutiens Marin (“Sostengo Marin”), fondata dai suoi genitori per sostenere le persone che hanno subito lesioni cerebrali traumatiche. «Ho un pensiero per tutti voi in questo giorno speciale. Riparto pieno di forza, coraggio e speranza».

Un’aggressione omofoba che poteva costargli vita

Nel novembre del 2016, a Lion, Marin aveva difeso una coppia gay, assalita da una banda di giovani che li aveva visti baciarsi a una fermata dell’autobus. Dopo aver provato a sedare la rissa, Marin era stato colpito ripetutamente nella parte posteriore della testa con una stampella, ed era finito in coma per settimane.

I medici avevano dovuto rimuovere un quarto del suo cranio per fermare l’ematoma. Le sue ferite hanno richiesto numerose operazioni e portato a gravi danni neurologici. Marin vive attualmente in un centro di riabilitazione in Svizzera, dove documenta i suoi progressi tramite i social media.

Non sappiamo altro dell’incontro tra il giovane francese e il Papa. Ma speriamo che Marin abbia portato il suo coraggio e la sua determinazione nel voler difendere i diritti di tutte le persone anche nelle grigie stanze del Vaticano.

Share Button
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!