Jodie Foster contro il maschilismo di Hollywood: «Le donne sono profonde solo se hanno subito violenze da bambine»

In un'intervista rilasciata prima che scoppiasse il caso Weinstein, Jodie Foster denuncia le molestie subite e l'atteggiamento maschilista di Hollywood

Protagonista della copertina di Harper’s Bazaar di novembre, in occasione della premiazione di Woman of the Year, Jodie Foster parla delle discriminazioni subite dalle attrici di Hollywood. Un’intervista realizzata prima che scoppiasse il caso Weinstein, ma che in questo momento sembra essere “profetica”.

A 54 anni, Jodie Foster è una delle attrici più acclamate di Hollywood, con un curriculum nel mondo dello spettacolo incredibile, a cominciare da quando a 5 anni era la protagonista dello spot per la crema solare Coppertone, passando per film memorabili, come Taxi Driver e Il Silenzio degli Innocenti.

Eppure, l’attrice ammette che «nonostante tutti i film che ho fatto, non ho mai partecipato ad un film che parlasse delle donne, fatto dalle donne viste con gli occhi delle donne. Per 15 o 20 anni, ho letto script in cui l’unica motivazione per il carattere femminile erano le violenze sessuali o gli abusi subiti da bambina».

«Non credo fosse fatto di proposito – ha commentato – ma è come se gli autori si chiedessero: “in che modo possiamo dare spessore al personaggio femminile? Ah certo, è stata violentata da bambina”. Ma è davvero questo l’unico modo in cui noi donne possiamo essere profonde?»

Per quanto riguarda la questione degli abusi, che in questi giorni hanno riempito le pagine dei giornali, lo scorso anno Jodie Foster dichiarò di essere stata molestata da un produttore quando aveva solo 14 anni.

Mi aveva chiamato a casa di un amico dove avevo passato il fine settimana e ha fatto finta che avessimo un appuntamento del quale mi ero dimenticata. Mia madre era fuori città. Mi ha fatto andare all’appuntamento e dopo aver iniziato a parlare mi ha chiesto di togliermi la giacca e di girarmi perché voleva vedere il mio corpo. Per fortuna il mio agente è andato nel suo ufficio e gli ha dato un pugno in faccia.

Pare che ad Hollywood, e nel mondo dello spettacolo in generale, non ci sia attrice che non abbia una storia di molestie. Forse davvero il caso Weinstein ha aperto il vaso di Pandora.

Tags

Articoli correlati

4 commenti

  1. Purtroppo sono talmente tanti che leggo sempre più commenti di gente che non ci crede più a varie battute e meme che ridicolizzano la cosa, noto anche che Spacey viene difeso da tanti, è talmente amato e eteronormato che i fan preferiscono sminuire la cosa, sono parecchio disgustata e mi spiace dirlo ma anche da voi

  2. ogni donna ha subito molestie più o meno gravi, il problema non è hollywood è molto più profondo. Non c’è nessun maschilismo nelle sceneggiature di hollywood. Raccontare iò che esiste inclusa la violenza è un diritto

    1. Ma che razza di film di hollywood hai visto di grazia dagli anni 20 ad oggi??? Prova a fare il Bechdel test a quelli che guardi perché le eccezioni sono ancora poche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!