Le 10 donne che hanno reso il 2017 un anno speciale (per le donne e non solo)

Dalla marcia delle donne contro Trump allo sciopero dell'8 marzo. Le denunce contro Weinstein e la Nazionale di calcio femminile. Il 2017 è un anno fatto da donne

Il 2017 si è aperto con le donne, e si chiude con le donne. In questo caso non si tratta di particolari diritti da rivendicare. Sulla carta ci sarebbero tutti (almeno quelli fondamentali). Ma nel 2017, le decisioni vengono ancora prese dagli uomini, e sappiamo che alcuni di questi sono in grado di eroderli. Lo testimonia la foto qui in basso. Trump firma la riforma sanitaria che avrebbe messo in pericolo il diritto all’interruzione di gravidanza – riforma che per fortuna non è stata approvata. Quante donne ci sono?

Nei sistemi democratici, la politica è (quantomeno, dovrebbe essere) il riflesso della società. E se c’è un male che infetta le nostre società, quello è il maschilismo. Le denunce sul caso Weinstein, infatti, portano a galla un sistema di potere, dove il sesso (consenziente o meno) era considerato merce di scambio per fare carriera.

Niente di nuovo sotto al sole, direbbe qualcuno. Vero. Ma la differenza è che le donne hanno denunciato. C’è chi lo ha fatto a distanza di 20 anni, come Asia Argento, chi lo ha fatto in maniera anonima. C’è chi ha subito e chi è stata capace di dire no. In ogni caso, il velo di omertà si è squarciato. E al grido di #metoo abbiamo tutte fatto sentire la nostra voce.

E a chi dice che le “vere” violenze contro le donne siano altre, beh, la risposta è che è tutto collegato. Certo, molestie, avance non gradite, ricatti sessuali e violenza non sono la stessa cosa (è un po’ come voler mettere a confronto il furto di una gallina con una rapina a mano armata). Ma hanno un minimo comun denominatore: l’idea che un maschio possa farlo. Ed è questo squilibrio, che si riflette in ogni ambito della società, il vero ostacolo da superare. Quante donne ci sono nelle stanze dei bottoni? A parità di mansione, quanto guadagna un uomo e quanto guadagna una donna?

Pensiamo agli insulti contro la Presidente della Camera, Laura Boldrini. Donne che invocavano uno stupro “punitivo” contro un’altra donna. Sì, perché l’appartenenza al genere femminile non ci rende immuni dal maschilismo – avete presente Selvaggia Lucarelli che continua ad attaccare Asia Argento? Ecco.

Per questo celebriamo le 10 donne che hanno reso il 2017 un anno speciale 

(per le donne, ma non solo).

Indietro1 di 11

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!