NewsPrimo pianoSocietà e politica

Le coppie omosessuali possono essere più felici di quelle etero. I risultati di una ricerca australiana

Lo studio è stato condotto in Australia e in Gran Bretagna per smontare i pregiudizi sulle coppie gay e lesbiche

Secondo una ricerca realizzata dalla Università del Queensland, in Australia, le relazioni tra persone dello stesso sesso possono essere più felici delle relazioni tra persone di sesso opposto. I ricercatori, la professoressa Janeen Baxter e il dottor Francisco Perales, hanno analizzato lo “stato di salute” delle coppie omosessuali in Australia e in Gran Bretagna.

La ricerca, dal titolo ‘Sexual Identity and Relationship Quality in Australia and the United Kingdom’, pubblicata dalla rivista scientifica Family Relations, dimostra quanto siano infondati i pregiudizi sulle persone omosessuali.

Negli ultimi anni le coppie omosessuali sono state oggetto di grande attenzione mediatica, principalmente in relazione al dibattito sul matrimonio  egualitario e sulla possibilità di crescere dei bambini. I nostri risultati forniscono prove solide per combattere quelle percezioni sociali, profondamente radicate ed erronee, secondo le quali le relazioni tra persone dello stesso sesso sono conflittuali, infelici e disfunzionali.

In Australia il matrimonio egualitario è stato introdotto solo qualche giorno fa, mentre in Gran Bretagna gay, lesbiche e bisessuali possono accedere all’istituto del matrimonio dal 2013. Comparare la qualità delle relazioni omosessuali nei due paesi permette di offrire una visione più ampia del fenomeno.

Nel Regno Unito, la qualità delle relazioni nelle coppie omosessuali è pari a quella delle coppie eterosessuali, mentre in Australia risulta superiore. A differenza delle relazioni eterosessuali, nelle coppie formate da persone dello stesso sesso c’è più equilibro nella organizzazione dei lavori domestici, ci sono meno regole legate agli stereotipi di genere, e un maggior senso di connessione sociale nei confronti della comunità.

Le coppie etero dovrebbero imparare dalle coppie gay e lesbiche

In tal senso, la ricerca suggerisce che le coppie eterosessuali dovrebbero imparare dalle coppie gay e lesbiche. «Una più approfondita conoscenza delle strategie messe in atto dalle coppie gay e lesbiche per mantenere alta la qualità delle loro relazioni, nonostante la discriminazione individuale e istituzionale, potrebbe servire a creare nuovi strumenti per il counseling di coppia».

Purtroppo, però, lo studio rivela anche che le persone bisessuali hanno maggiori difficoltà nella qualità delle loro relazioni. Secondo gli autori, ciò accade perché le persone bisessuali non rientrano nel mainstream delle relazioni eterosessuali, ma spesso non hanno nemmeno il supporto della comunità gay e lesbica. In una situazione simile vengono a mancare i rapporti sociali e il sostegno necessario per il benessere della vita di coppia. Per questo, secondo la professoressa Baxter, le relazioni delle persone bisessuali devono essere indagate e analizzate separatamente.

Infine, i due ricercatori invitano i loro colleghi a realizzare studi simili, soprattutto in quei paesi che da poco hanno introdotto la partita di diritti per le coppie omosessuali, al fine di comprendere quanto matrimonio egualitario e adozione possano influenzare la qualità della vita di coppia.

Share Button
Tags
Mostra di più
  • 125 Posts
  • 4,738 Followers
  • 159 Following

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close