Lesbiche nei film italiani #1

Dalle cattive degli anni '50 alle protagoniste delle storie moderne, la storia del cinema tricolore è costellata di bizzarri personaggi lesbici!

Film italiani con personaggi lesbici pt. 1


In questi ultimi anni la presenza lesbica nel cinema italiano è considerevolmente aumentata. In parte per il famigerato ruolo della lesbica di supporto: quando hai un nutrito gruppo di personaggi, dare il ruolo della “lesbica” a una o due di loro che magari passano parte del tempo a litigare, risolve già un pezzo della situazione.

Altre volte si tratta di volenterosi e anche necessari, ma un po’ noiosi, film “a tema” ossia didascalici, per la serie “Mondo, ecco come si muove, cosa fa, dove vive e di cosa si nutre una lesbica”. Altre volte c’è, invece, un genuino intento di costruire un personaggio che è anche una lesbica, ma non solo. In ogni caso, esistono alcuni libri e anche un documentario che si occupano dei personaggi gay, principalmente usati come macchiette, nel cinema italiano, ma, al solito, nessuno si preoccupa di noi lesbiche.

Davvero non ci ha mai preso in considerazione nessuno? Davvero la prima lesbica che si sia mai vista in un film italiano è la sorella di Pieraccioni ne “Il ciclone”? Oppure ci sono state altri accenni, più o meno vaghi nel passato?

Ebbene, ci sono stati, e ovviamente facciamo una figura perfidissima: siamo cattive come non mai, meniamo come fabbri, usiamo armi da fuoco come fossero noccioline, viviamo nel lusso sfrenato e con esso compriamo la fedeltà di giovani etero desperade (che però cedono sempre). Il tutto, preferibilmente, in pantaloni stile Emporio Armani. Se non fosse che facciamo quasi sempre una brutta fine, rispetto ai nostri colleghi maschi, ci va quasi di lusso.

NB: Sono stati esclusi i film evidentemente soft porno di cui non ce ne frega sostanzialmente niente essendo le protagoniste non lesbiche, ma fantasie per maschi che i maschi chiamano lesbiche e i “gialli all’italiana” avendo già dedicato loro un altro articolo.

Indietro1 di 12

Tags

Articoli correlati

3 commenti

  1. Immacolata e Concetta – L’altra gelosia: non aver citato questo film nella rubrica è quasi un affronto… Scherzo Comunque, è stato il primo ha mostrare un rapporto sessuale fra due donne senza nessuna reticenza; non è “poiana free” (del resto è del 1979…) ma dà un ottimo spaccato della periferia napoletana in tutta la sua crudezza; fu presentato anche a Cannes.

  2. Mani di fata, 1983, regia di Steno, con Pozzetto
    https://it.wikipedia.org/wiki/Mani_di_fata
    Vi rimando al riassunto su wikipedia…è un film gayo, ma i personaggi sono caricaturali (l’amico checca, la lesbica butch)….ad ogni modo c’è la Giorgi in topless che si cruccia dell suo seno e c’è Eleonora Grippo che le dice che è perfetto così….e pare che stia per iniziare una scena hot, ma finisce lì….:/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!