Trending

L’Italia è tra le mete preferite dai turisti LGBT

Secondo un sondaggio di Grindr, il turismo LGBT vale cifre da capogiro e tra i paesi più amati c'è l'Italia

La community di LezPop

Solo negli Stati Uniti, il turismo LGBT è un giro d’affari che vale 100 miliardi di dollari. Lo rivela in un sondaggio ufficiale Grindr, la app per incontri fra persone gay.

A livello globale, invece, gay, lesbiche, transessuali e bisessuali spendono in viaggi una cifra che si aggira attorno ai 5mila miliardi. In totale nel 2017, i viaggiatori LGBT erano circa 37 milioni.

Nel nel sondaggio, si evince che il 40% dei millennials LGBT di Grindr viaggia ogni trimestre per divertimento, mentre il 24% fa un viaggio mensile. Il 39% pianifica i propri viaggi con 1-3 mesi di anticipo e il 35% pianifica i propri viaggi con 3-6 mesi di anticipo. Il 61% ha affermato che le destinazioni e le compagnie aeree gay-friendly sono molto importanti.

L’Italia uno dei paesi più amati dai turisti LGBT

Secondo il sondaggio, l’Italia è uno dei paesi più visitati da parte dei turisti LGBT, insieme a Francia, Hawaii, New York City, Australia, Regno Unito, Grecia, Spagna, Giappone e Las Vegas.

Si tratta di cifre da capogiro, che forse il Bel Paese dovrebbe imparare a sfruttare al meglio. Anche perché la ricerca suggerisce dati molto interessanti soprattutto per il tipo di offerta turistica che si trova in Italia: se il 49% dei viaggiatori LGBT preferisce darsi alla vita notturna, il 46% elenca cultura e cucina come loro interesse primario, e il 39% sceglie i musei e le attrazioni turistiche.

Insomma, essere friendly non è solo il segno di una società inclusiva e civile, ma anche un buon modo per fare affari.

Share Button
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!