Trending

Mondiali di calcio femminile. Oggi Italia Giamaica, la squadra della figlia di Bob Marley

La storia incredibile della Nazionale giamaicana che oggi affronta le Azzurre ai Mondiali di Calcio di Francia 2019

In questi giorni si parla tanto di calcio femminile. La prima vittoria delle Azzurre al Mondiale di Francia hanno acceso (finalmente) la luce sul calcio giocato dalle donne. Al netto delle polemiche, del toto-gay di Cecchi Paone, questo mondiale sta svelando al grande pubblico un universo finora sconosciuto.

Oggi, la Nazionale italiana dovrà vedersela con la Giamaica, la sfavorita del girone, dove oltre all’Italia ci sono l’Australia e il Brasile. Ma la storia della squadra caraibica merita ampio spazio. A cominciare dalla sua finanziatrice: Cedella Marley, 51 anni, figlia maggiore di Bob Marley.

Fino al 20914, Cedella non aveva idea di cosa fosse il calcio femminile, si occupava di musica, gestendo la casa discografica fondata dal padre, la Tuff Gong. Un giorno sui figlio le portò a casa un volantino: si cercavano fondi per la Nazionale di calcio giamaicana, ormai smantellata per mancanza di soldi.

Così inizia l’avventura della figlia di Bob Marley nel mondo del calcio: cerca sponsor e ci mette soldi di casca propria. Fa di tutto per avere un allenatore, Hue Menzies, coach in un club di Orlando, che nonostante la mancanza di fondi accetta lo stesso. Riesce a vincere il girone di qualificazione, ed eccoci: per la prima volta nella storia la nazionale di calcio femminile della Giamaica sbarca ai Mondiali. Ma non è solo la storia di Cendella ad essere significativa.

L’incredibile storia di Bunny

Khadija Shaw, detta Bunny, attaccante di 22 anni, è nata e cresciuta nel ghetto di Kingston, ha perso tre fratelli nella guerra tra gang, un quarto in un incidente d’auto e un cugino salvo per miracolo dopo uno scontro a fuoco. Ora vive negli Stati Uniti, dove si è laureata da poco all’Università del Tennessee. Il suo commento al big match di stasera racconta molto di più di una “semplice”, per quanto importante, partita di calcio:

L’Itala è una squadra organizzata, un onore affrontarla. Ma loro si allacciano le scarpe come ce le allacciamo noi.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!