Morte del letto lesbico: perché le coppie non fanno sesso? Non è come pensate!

Vladimir-Sumovsky-Bed-Women

Quante volte vi è capitato di avere una bellissima relazione, più o meno lunga e dopo i fasti iniziali, ecco che improvvisamente un’ombra ha iniziato a gettarsi su di voi? Quell’ombra si chiama morte del letto lesbico, o detto in parole povere quando il sesso via via sparisce dalla vostra vita.

E’ un dramma che coglie non solo le coppie lesbiche chiaramente, ma che tra donne è molto più avvertito, drammatizzato, reso causa o motore deflagrante della suddetta relazione. Eh sì perché quando il sesso scompare la lesbica “media” inizia a farsi delle domande, tante, troppe, a creare ansia, muri, non detti che via via porta all’esplosione, o delle ovaie della compagna, o della relazione perché il sesso lo si va a cercare altrove. Mettere lo scotch tra le lenzuola è sempre difficile, ma non per i motivi che credete voi. Il vero problema del letto lesbico è che guardate tutta la situazione dal punto di vista sbagliato!

Tags

Articoli correlati

9 commenti

  1. 2 ore minimo per un rapporto sessuale che non sia una sveltina?! Ma parliamo dello stesso pianeta? :’D

  2. non ci vedo niente di sbagliato in quello che è stato scritto. se la verità vi fa male,,,,, allora il problema e un altro…..

  3. quindi siamo simili agli uomini, se stiamo insieme ad una persona da anni ,il desiderio cala,tradiamo,io vengo in meno di 2 o 5 minuti anche prima, sono un aliena?? o forse non c’è differenza, ma cambia di persona a persona?? io opto per la seconda.

  4. un bel dito medio alzato per questo articolo,dice solo puttanate,sbagliate, e non usano la psicologia, che tristezza…………….

  5. Grazie del link Barbara, cercavo proprio di capire le fonti di un articolo così male argomentato. Fra l’altro l’articolo copiato e non citato è interessante e statisticamente motivato. Questo, invece, sembra il discorso della psicoparrucchiera, guru della banalità.
    Ma chi scrive?con che argomentazioni valide? Ma chi siete, le nostre bariste di fiducia?
    Di solito vi leggo volentieri, questa volta brutta delusione.
    Spero in poche credano a quello che scrivete e facciano un’analisi un po’ più profonda e costruttiva.
    Parlare dell’argomento è utile, farlo così è avvilente.

    1. Barbara se noti in fondo all’articolo c’è la fonte e leggendolo non mi sembra che sia copiato, ma che prenda spunto e lo traduca in una versione più Lezpop. Non c’è la depressione, non c’è l’assunzione di farmaci, e come la redazione stessa scrive, appare più ispirato, adattato, ai canoni del sito.

      1. bhe…scusate se dico la mia..è la prima volta che intervengo e mi soffermo a leggere un po piu approfonditamente questa pagina.in quanto lesbica ho travato questo sito utile x le persone giovani alle prime esperienze e non..si l’ho sentito un messaggio..uno scritto con calore..con conforto x tutte le persone che condividono o che x lo meno hanno una ralazione con un altra donna.Ma cio che penso soppratutto che ogni rapporto ogni situazione ogni cosa e attimo che possiamo vivere e condividere con la nostra lei…sia al quanto soggettivo..buon pomeriggio..bella pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!