Morto Mark Salling, interpretava Noah Puckerman in Glee

Molti ritengono si tratti di suicidio dopo l'accusa di possesso di materiale pedopornografico

Mark Salling, l’attore che ha interpetato Noah Puckerman in Glee, è morto. A dare la notizia è stato l’Hollywood Reporter anche se l’ufficio del coroner di Los Angeles non ha ancora potuto dare la notizia ufficialmente, perché il parente più prossimo non è ancora stato trovato. Le cause della morte non sono ancora note, ma diverse fonti ritengono plausibile il suicidio.
L’attore aveva 35 anni, si era recentemente dichiarato colpevole di possesso di materiale pedopornografico e la sentenza era attesa per il 7 Marzo. La polizia lo aveva trovato in possesso di moltissimo materiale pedopornografico sia sul pc che su una pennetta USB. Rischiava fino a sette anni di prigione, e sarebbe stato inserito nel registro dei sex offender. Questa accusa potrebbe essere il motivo principale ad aver spinto Mark a togliersi la vita.

Non è il primo lutto per il cast di Glee, ricordiamo tutti la morte di Cory Monteith nel 2013. Cory era stato ucciso da una overdose, e il problema della droga lo accompagnava da moltissimo tempo. Che sia stato lo show a portare così tanta sfortuna? D’altronde era da molto che non si sentiva più parlare delle ex star di Glee. Molte sono finite nel dimenticatoio, e nessuno è più riuscito a sfondare né nel cinema né nella tv. Naya Rivera è finita  in carcere con l’accusa di aver picchiato il marito.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!