OITNB. Uzo Aduba ringrazia i fan LGBT

uzo aduba fan lgbt

Orange is the new black è una di quelle serie che hanno fatto benissimo – e continuano a fare bene – alla comunità LGBT, sia perché offre un livello di visibilità incredibile, sia perché le storie raccontate sono complesse, commoventi e, con il riso amaro, affrontano tantissimi temi che riguardano la il mondo lesbico, ma non solo.

Un amore, quello dei fan LGBT ricambiato da tantissime – se non tutte – le attrici del cast. Nel raccontare a The Advocate l’incontro con i fan LGBT della serie, Uzo Aduba, meglio conosciuta come Suzanne “Crazy Eyes” Warren, ha detto: «È stato incredibile. Sono i più fedeli, i più accoglienti e amorevoli, sono aperti a tutti e tutto. Mi hanno dato tanta fiducia. Nel bene e nel male, nelle giornate difficili, so di avere il loro sostengo e ne sono lusingata».

L’attrice, però, non ha solo ringraziato la comunità LGBT per il supporto, ma anche perché in questi anni ha “imparato” molto: «Non sapevo nulla dei tassi di omicidi delle trans di colore, né conoscevo l’iter medico che le persone transgender devono affrontare. In realtà Laverne Cox è la prima persona trans che abbia mai conosciuto. E ora ne conosco tante, ed è sorprendente. Lavorare con tante donne diverse, con delle storie diverse è la riprova di qualcosa che già sapevo: siamo tutti uguali».

Del resto, non solo i fan, ma anche il cast e la produzione di Orange is the new black è popolato da tantissime persone che appartengono alla comunità LGBT. Ed è forse questo uno dei motivi per cui, il modo in cui vengono trattate le storie dei personaggi LGBT è inclusivo e mai offensivo.

Insomma una ragione in più – come se poi ce ne fosse davvero bisogno – per aspettare con ansia la ripresa della serie targata Netflix. La quarta stagione di Orange is the new black arriverà il prossimo 17 giungo.

Share Button
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!