Trending

Per la festa della donna arriva la prima Barbie dedicata a Frida Kahlo

Si chiama Inspiring Women la collezione di Barbie dedicata alle donne che hanno cambiato la storia

In occasione dell’8 marzo, la giornata mondiale dedicata alle donne, Barbie ha presentato 17 nuovi modelli dedicati alle figure femminili che hanno fatto la storia. Tra queste ci sarà anche Frida Kahlo, pittrice bisessuale, che non ha troppo bisogno di presentazioni, l’aviatrice Amelia Earhart e la matematica Katherine Johnson.

La collezione, dal titolo Inspiring Women, oltre a celebrare le donne che hanno cambiato la storia e la società, vuole essere da ispirazione per le nuove generazioni: «Sappiamo che non puoi essere ciò che non puoi vedere» ha dichiarato Lisa McKnight, Senior Vice President e General Manager di Barbie.

I personaggi femminili della nuova collezione Barbie rappresentano donne provenienti da tutto il mondo e di epoche diverse che «hanno rotto i confini nei loro campi e sono fonte d’ispirazione per le prossime generazioni di ragazze».

L’idea di realizzare Barbie dedicate a donne che hanno lasciato un segno nella storia, nasce da un sondaggio, condotto dalla stessa Mattel, secondo il quale «in tutto il mondo l’81% delle mamme si preoccupa del tipo di modelli a cui vengono esposte le figlie».

Essendo un marchio che ispira il potenziale illimitato delle ragazze, Barbie onorerà la sua più ampia line-up di modelli per la Giornata internazionale della donna. Le ragazze sono sempre state in grado di interpretare ruoli e carriere differenti con Barbie e siamo entusiasti di far luce su modelli di vita reali per ricordare loro che possono essere qualsiasi cosa.

La prima Barbie calciatrice

In questi giorni, inoltre, la Mattel ha aggiunto altre 14 bambole alla serie #Shehero tra le quali c’è anche la calciatrice italiana, Sara Gama, capitano della squadra femminile della Juventus e della nazionale femminile italiana.

E pensare che, quando nacque nei primi anni ’50, la Barbie rappresentava il modello ideale di casalinga. Per fortuna da allora moltissime cose sono cambiate, anche se le questioni femminili sono tutt’altro che risolte. Magari anche attraverso un’icona come la Barbie le nuove generazioni di donne potranno spingere per la totale parità di genere.

Share Button
Tags

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock Detected

Senza pubblicità LezPop non può sopravvivere. Per favore, disabilita il tuo adblocker. Grazie!